14 novembre 2019
Aggiornato 08:00

Giorgia Meloni «boccia» Mario Draghi: Se il Governo cade Mattarella dovrebbe dire «elezioni»

La leader di Fratelli d'Italia: «Penso che questo Esecutivo durerà poco, perché è tenuto insieme solo dall'interesse e dai personalismi»

Il Presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni
Il Presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni ANSA

ROMA - Il governo durerà poco, secondo Giorgia Meloni, e se cadrà il governo dovrebbe sciogliere le Camere. Lo ha detto la leader di Fratelli d'Italia parlando a «Fuori dal coro» su Rete 4. «Io penso che il governo duri poco, perché è tenuto insieme solo dall'interesse e dai personalismi. Quando ci sono tutti questi personalismi accade che qualcuno tira troppo la corda e una mattina si spezza. Il governo imploderà, cadrà sulla sua incapacità». A quel punto, aggiunge, «non ho la presunzione di dare insegnamenti al presidente Mattarella». Ma, «se questo governo cade e questi signori vanno lì, con Renzi che vuole mettere Draghi? Il presidente della Repubblica dovrebbe dire: no, si va a votare».

«Altro che lotta all'evasione, è pizzo di Stato»

Il governo dice di voler fare la lotta ai grandi evasori, ma in realtà «chiede il pizzo ai commercianti. Hanno messo il carcere per i 'grandi evasori'? Questi mettono nero su bianco nella relazione che presenta il decreto fiscale che i commercianti sono evasori, agitano le manette? E questa è la lotta alla grande evasione? I commercianti non sono i grandi evasori di questo paese. Questa roba se la devono rimangiare. Quella non è lotta all'evasione fiscale, quello è lo Stato che ti chiede di pagare il pizzo per rimanere aperto».

«Commissione Segre? Non voglio finire in un regime»

Giorgia Meloni esprime solidarietà a Liliana Segre, ma spiega che Fdi non ha votato la commissione perché «dietro un tema serissimo come l'antisemitismo qualcuno nasconde un'altra cosa», ovvero il tentativo di mettere al bando le idee di destra. La Meloni spiega: «Voglio rinnovare la solidarietà che ho espresso alla senatrice Segre, quegli insulti sono fuori dalla storia. Però - aggiunge la Meloni - ho anche spiegato alla senatrice Segre che c'è chi si usa un tema serissimo come l'antisemitismo per nascondere un'altra cosa. Si dice che bisogna istituire un organismo che segnala alle autorità i razzisti, etc? e anche i nazionalisti che scrivono sui social network. O chi diffonde stereotipi? Qualcuno mi sa dire qual è uno stereotipo? Questo mi fa paura perché non voglio finire in un regime. Voglio che se uno dice che i rom devono essere trattati come tutti gli altri possa farlo senza rischiare di finire in galera».