15 ottobre 2019
Aggiornato 13:00

Luigi Di Maio: sto lavorando al «team del futuro»

Il capo politico dei 5 Stelle: «Era un progetto che contavo di realizzare entro settembre, soltanto che poi c'è stata la crisi di governo»

Il capo politico del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio
Il capo politico del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio ANSA

NEW YORK - Luigi Di Maio ha detto che sta lavorando alla creazione del «cosiddetto team del futuro» per un Movimento cinque stelle che non sia guidato solo da un capo politico, ma che sia «un'organizzazione, non una struttura» in grado di portare alle istituzioni le istanze dei cittadini. Parlando coi giornalisti a margine dell'Assemblea generale Onu a New York, l'esponente cinque stelle ha anche segnalato che il documento con 70 firme che chiede la riforma dello statuto del gruppo parlamentare 5S è «legittimo» e ha negato che si sia trattato di una fronda contro di lui.

Il team del futuro

«Io sto lavorando alla creazione del cosiddetto team del futuro. Significa che ci sarà un gruppo di 12 persone a livello nazionale che si occuperà sia dei temi del movimento, e quindi ogni portatore di legittimo e positivo interesse in Italia potrà avere un suo interlocutore, sui temi dell'ambiente, sui temi del trasporto. E ci saranno delle persone in questo cosiddetto team del futuro, che si occuperanno di comunicazione e organizzazione interna. Era un progetto che contavo di realizzare entro settembre, soltanto che poi c'è stata la crisi di governo», ha spiegato Di Maio.

Più efficaci per le persone

«Quindi - ha proseguito - è evidente che il movimento come lo conosciamo, solo col capo politico, non può sostenere la sfida del governo, questo lo abbiamo imparato sulla nostra pelle negli ultimi 14-16 mesi che siamo stati al governo. E il futuro del movimento è un'organizzazione che non sia una struttura che aiuti i cittadini a fare arrivare le istanze, i propri problemi al vertice delle istituzioni. Quindi questa nuova organizzazione ci consentirà di essere più efficaci per le persone».

Il documento dei 70

Di Maio ha poi lamentato una sbagliata informazione in relazione al documento firmato dai 70 5 Stelle. «Nella serata di ieri - ha detto - ho avuto modo di leggere questo documento di 70 firme. E' un documento che parla di modifiche dello statuto del gruppo parlamentare. E' una cosa legittima. Tra i firmatari ci sono persone con cui abbiamo lavorato e continuiamo a lavorare ogni giorno. Amici, in alcuni casi. E credo che su questo ci sia bisogno anche di maggiore deontologia professionale di chi ha scritto che quelle 70 firme erano contro di me. Io sono a disposizione per rispondere a tutte le domande, però è stato ingiusto mettere contro di me persone con cui lavoriamo e ci sentiamo».