15 settembre 2019
Aggiornato 20:30

Fischi per Bossi al congresso della Lega, il senatur abbandona il palco

Le critiche del fondatore del Carroccio alla nuova linea impressa dal segretario Martteo Salvini non sono piaciute al popolo leghista che lo ha contestato duramente. Lui taglia corto: «Me ne vado, inutile aizzare gli animi», e conclude il suo intervento con «Padania libera!»

PARMA - Fischi per il fondatore della Lega nord, Umberto Bossi, dalla platea del congresso del Carroccio di Parma durante il suo intervento.

«Io feci partire la Lega contro il centralismo e lì starò, io vado dove c'è da fare questa battaglia, se la Lega Nord diventa Lega Sud non m'interessa, ma non ho abbandonato la speranza - ha detto - Ci preoccupiamo troppo del sud, al sud non gliene frega niente dell'immigrazione, perché l'immigrazione sbarca al sud e poi viene al nord. Il sud ha bisogno di sviluppo, il nord non può dare più nessun aiuto, non ha neppure i soldi per badare a sé stesso». Quando Bossi ha fatto notare come alle primarie che hanno incoronato Salvini segretario abbiano votato in pochi, sono partite urla e fischi. A quel punto lui ha tagliato corto «Me ne vado, inutile aizzare gli animi», e ha concluso il suo intervento con «Padania libera!»