19 ottobre 2019
Aggiornato 14:00
Tafferugli tra manifestanti e polizia

Genova, violenti scontri durante il corteo contro Forza Nuova: tra i manifestanti anche il sindaco Doria

Scontri tra manifestanti dei centri sociali e polizia a Genova durante il corteo contro il convegno internazionale delle ultradestre organizzato nella sede di Forza Nuova. In piazza anche Marco Doria

GENOVA - Scontri tra manifestanti e polizia a Genova durante il corteo contro il convegno internazionale delle ultradestre organizzato nella sede di Forza Nuova nel quartiere di Sturla. Violenti tafferugli sono scoppiati intorno alle 14 e 30 di sabato quando alcune decine di contestatori hanno cercato di sfondare il cordone di polizia in assetto antisommossa che impediva al corteo di avvicinarsi al luogo dove si stava svolgendo il convegno.

Fumogeni, molotov e petardi
Militanti dei centri sociali e della sinistra antagonista hanno lanciato fumogeni, bottiglie di vetro e petardi contro le forze dell'ordine, che hanno risposto con una carica. Al corteo, che si è concluso poco prima delle 16 senza ulteriori incidenti, hanno preso parte quasi duemila persone tra cui il sindaco di Genova, Marco Doria.

Anpi, Pd e Rifondazione comunista
Oltre all'Anpi e ad una settantina di associazioni e partiti della sinistra tra cui il Pd e Rifondazione Comunista, sono scesi in piazza per protestare contro il raduno dell'estrema destra europea anche i lavoratori del porto di Genova e i metalmeccanici della Fiom Cgil.