25 luglio 2021
Aggiornato 16:30
Non fu epilessia

«Stefano Cucchi è stato ucciso»: 3 carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale

Con questa accusa, la procura di Roma ha chiuso l'inchiesta e depositato gli atti nei confronti di 3 carabinieri sulla morte del giovane, avvenuta a una settimana dall'arresto, nel reparto protetto dell'ospedale Sandro Pertini, il 22 ottobre 2009

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/01/20170117_video_15291240.mp4

ROMA - Stefano Cucchi fu ucciso. Fu omicidio preterintenzionale. Con questa accusa, la procura di Roma ha chiuso l'inchiesta e depositato gli atti nei confronti di 3 carabinieri sulla morte del giovane, avvenuta a una settimana dall'arresto, nel reparto protetto dell'ospedale Sandro Pertini, il 22 ottobre 2009. I carabinieri sono ritenuti responsabili del pestaggio che causò i problemi di salute che condussero al decesso. Il pubblico ministero ipotizza anche il reato di calunnia ai danni di agenti della polizia penitenziaria. Gli inquirenti hanno ritenuto infondata l'ipotesi della epilessia, così come era emersa nel corso dell'ultima perizia. Nel complesso sono 5 i carabinieri sotto accusa. Immediata la reazione della sorella Ilaria Cucchi su Facebook. "Voglio dire a tutti che bisogna resistere, resistere, resistere. Ed avere fiducia nella giustizia".