21 settembre 2019
Aggiornato 17:00
Dopo le critiche del presidente dell'Anm

Corruzione, il ministro Orlando incalza Davigo: "Misure anticorruzione sono inutili e dannose?"

"Davigo continua a dire che non è sufficiente l'aumento delle pene per combattere la corruzione, lo invito a dire se ritiene che gli altri interventi, contenuti nell'anticorruzione, siano utili o dannosi"

ROMA - "Il dottor Davigo continua a dire che non è sufficiente l'aumento delle pene per combattere la corruzione, e siccome sono d'accordo con lui lo invito a dire se ritiene che gli altri interventi, contenuti nell'anticorruzione, siano utili o dannosi». Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha risposto a distanza alle dichiarazioni del presidente dell'Anm. Il guardasigilli ha enumerato tutte le misure approvate nei mesi scorsi: "La reintroduzione di un'effettiva sanzione per il reato di falso in bilancio, l'introduzione del reato di autoriciclaggio e l'estensione della responsabilità del funzionario pubblico all'incaricato di pubblico servizio e la introduzione dello sconto di pena per chi collabora con le inchieste sulla corruzione. Queste sono le cose che stavano dentro la legge anticorruzione, siccome spesso sottolinea come alcuni interventi siano inutili e dannosi vorrei sapere se questi li ritiene inutili o dannosi".