22 settembre 2020
Aggiornato 13:30
Emergenza coronavirus

Coronavirus, 152 contagiati e tre vittime. Si ferma il Nord Italia

E l'Austria blocca per ore due treni al Brennero per il sospetto di contagiati a bordo. In Romania disposta la quarantena obbligatoria per tutte le persone in arrivo dalla Lombardia e dal Veneto

Coronavirus, 152 contagiati e tre vittime. Si ferma il Nord Italia
Coronavirus, 152 contagiati e tre vittime. Si ferma il Nord Italia ANSA

ROMA - Sono 152 nel nostro Paese i casi accertati di contagio da coronavirus dopo la rapida escalation che nelle ultime ore ha visto anche il decesso di tre persone, tutte lombarde: 112 le persone affette dal virus in Lombardia. Le autorità locali e nazionali, immediatamente corse ai ripari hanno messo in atto misure di contenimento. Scuole e università chiuse in Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Trentino-Alto Adige. Divieto di allontanamento e di ingresso nelle aree «focolaio» del virus e stop alle gite scolastiche in tutto il Paese. Stop al Carnevale di Venezia: sono 25 i casi in Veneto, di cui 2 a Venezia.

Bloccati due treni al Brennero

Allarme anche nei Paesi confinanti: ieri sera le autorità austriache hanno bloccato due treni al Brennero per il sospetto di contagiati a bordo. Due persone sono state fatte scendere: gli accertamenti ospedalieri hanno evidenziato come si trattasse di un falso allarme. I treni sono ripartiti dopo quasi 4 ore. In Romania è stata disposta la quarantena obbligatoria per tutte le persone in arrivo dalla Lombardia e dal Veneto o che nelle ultime settimane siano state nelle due regioni italiane.

In Trentino tre turisti lombardi positivi

In Trentino tre turisti lombardi sono risultati positivi al coronavirus. Lo ha annunciato Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento. «Una famiglia lombarda è risultata positiva al coronavirus mentre era in vacanza in Trentino e in queste ore è già stato predisposto il loro trasferimento in Lombardia», ha detto. La Provincia autonoma di Trento conferma che ad oggi non ci sono persone residenti in Trentino contagiate. La novità riguarda una famiglia di 3 persone presente in Trentino da venerdì e proveniente dai comuni lombardi interessati al fenomeno. Tutte e 3 sono risultate positive. Sabato hanno contattato una guardia medica la quale seguendo i protocolli li ha visitati. Le successive analisi, che dovranno essere confermate dall'Istituto Spallanzani di Roma, hanno dato esito positivo. Presentano sintomi leggeri, tipo raffreddore o lieve influenza.

«Grazie agli accordi presi con la Lombardia - ha spiegato il presidente della Provincia - le tre persone sono già tornate nel comune lombardo di residenza. La famiglia era in un appartamento privato e dalle notizie che stiamo assumendo e verificando i contatti con l'esterno sono stati del tutto minimali. Sono rientrati in Lombardia perché loro stessi lo hanno voluto. Siamo in contatto con le strutture ricettive per avere segnalazioni di eventuali presenze di persone provenienti dalle zone cosiddette rosse, dove si è diffuso il virus».