23 ottobre 2019
Aggiornato 17:30
L'inchiesta

Rimborsopoli bis in Piemonte verso la chiusura: arriva il primo patteggiamento

Ieri mattina il gup Giacomo Marson del Tribunale di Torino ha accolto la richiesta di patteggiamento a due anni avanzata dall'ex consigliere della Lega Nord Gianfranco Novero

L'ingresso del Palazzo di Giustizia di Torino
L'ingresso del Palazzo di Giustizia di Torino ANSA

TORINO - C'è un primo patteggiamento nella vicenda Rimborsopoli bis che coinvolge circa 50 ex consiglieri regionali del Piemonte accusati di peculato per i rimborsi gonfiati ottenuti tra il 2008 e il 2010. Ieri mattina il gup Giacomo Marson del Tribunale di Torino ha accolto la richiesta di patteggiamento a due anni avanzata dall'ex consigliere della Lega Nord Gianfranco Novero. Il suo avvocato, Mauro Anetrini, ha chiesto di patteggiare a indagine preliminare in corso.

Contestati 30mila euro di rimborsi illeciti

L'inchiesta nei confronti degli altri eletti dovrà essere chiusa nei prossimi giorni. Secondo il sostituto procuratore Giovanni Caspani, Novero aveva ottenuto circa 30mila euro di rimborsi illeciti. Il leghista si era fatto rimborsare anche un campanaccio e uno striscione per il concorso di Miss Padania. Per patteggiare Novero ha risarcito la somma maggiorata del 30 per cento.