17 luglio 2019
Aggiornato 00:30
Cronaca

Bambini in vendita a Bari: il servizio shock de Le Iene fa scattare una condanna a 8 anni

Un insegnante privato di musica di 58 anni e un pasticcere 51enne, della provincia di Bari, scoperti e denunciati

BARI - Atti sessuali con minore, produzione e detenzione di materiale pedopornografico, sfruttamento della prostituzione. Questa l'accusa a carico di un insegnante privato di musica di 58 anni e un pasticcere 51enne, della provincia di Bari, grazie all'indagine partita da un servizio di Nadia Toffa e Marco Fubini de Le Iene, che avevano filmato gli adescamenti e gli incontri sessuali tra minorenni e insospettabili uomini baresi. E ora per due di loro, a processo a Bari, partono le richieste di condanna. Per i due la Procura di Bari ha chiesto condanne a 8 e 6 anni di reclusione, nell’ambito dell’inchiesta su un presunto giro di prostituzione minorile nella zona dello stadio San Nicola.

Minorenni mai accolti in strutture
Stando alle indagini i due uomini, nel periodo tra il 2010 e il 2017, avrebbero abusato sessualmente di quattro minori, due rumeni e due italiani, offrendo in cambio profumi, sigarette, e scambiandosi una fitta corrispondenza oscena, fatta di fotografie pedopornografiche. Sui vialoni della zona dello stadio Le Iene hanno filmato uno spaventoso giro di prostituzione minorile, con bambini di 8, 9 e 12 anni pronti a fare sesso a pagamento con clienti di almeno 50 anni. Poi era partita la comunicazione ai servizi sociali: erano intervenuti subito assieme a Vigili e Ufficio Immigrazione. Una volta sgomberato il campo rom in cui i bambini vivevano con le famiglie, a Le Iene era stato promesso che i minorenni sarebbero stati accolti in strutture adeguate. Purtroppo però pochi giorni dopo i giornalisti hanno scoperto che nessuno dei ragazzi incontrati si trovava in una comunità protetta: i responsabili delle operazioni ammettevano di aver perso le loro tracce.

L'arresto
L’indagine aveva però nel frattempo portato all’arresto dei primi due responsabili, due anziani baresi (già condannati a 6 anni di reclusione) che avevano adescato e fatto sesso con un 13enne rom. Poco dopo era stato il turno di un 45enne, sempre per atti sessuali con un minore e sempre in zona San Nicola (e contro il quale è ora in corso un processo con rito ordinario). Un uomo che Le Iene avevano filmato mentre abbordava due ragazzini che avevamo conosciuto poco prima. E ora, finalmente, le accuse, pesanti.