22 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Taranto, padre getta la figlia dal balcone e accoltella l'altro bimbo

La piccola di sei anni versa in condizioni critiche mentre il bambino di 14 anni non è grave: lʼuomo ha rischiato il linciaggio
Tenta di uccidere i figli, arrestato
Tenta di uccidere i figli, arrestato (ANSA)

TARANTO - Ha lanciato dal balcone la figlia di sei anni e ha accoltellato il più grande, di 14 anni, durante una lite con la moglie. É accaduto a Taranto al quartiere Paolo VI. Sul luogo le forze dell'ordine che stanno ricostruendo i fatti: sembra che l'uomo abbia avuto una violenta lite con la moglie con la quale non viveva già da tempo. Poi, in preda a raptus ha afferrato la figlioletta scaraventandola giù dal terzo piano per poi scagliarsi contro il figlio più grande, dieci anni, accoltellandolo alla gola.

Sul luogo le forze dell'ordine che stanno ricostruendo i fatti
Sul luogo le forze dell'ordine che stanno ricostruendo i fatti (ANSA)

PRECEDENTI SPECIFICI - La piccola versa in condizioni gravissime all'ospedale di Taranto. Ragazzo più grande è stato medicato ma le sue condizioni sembra non destino preoccupazione. Pare che l'uomo, 49 anni, avesse precedenti specifici per maltrattamenti in famiglia. Quando è stato portato via dai Carabinieri che lo hanno arrestato, l'uomo ha rischiato il linciaggio da parte dei residenti della zona. Sono diversi i punti ancora da chiarire, ma sembra che a scatenare l'ira del padre sia stata una lite sugli incontri dei genitori con i bambini.