21 ottobre 2018
Aggiornato 14:00

Salvini lancia un piano straordinario di assunzioni e dotazioni in Polizia

Il ministro dell’Interno nel suo intervento a Ostia per la festa del 50esimo anniversario dell’Associazione nazionale polizia di Stato
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Ostia per il 50° anniversario di fondazione dell'Associazione Nazionale Polizia
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Ostia per il 50° anniversario di fondazione dell'Associazione Nazionale Polizia (ANSA/ UFFICIO STAMPA QUIRINALE - PAOLO GIANDOTTI)

OSTIA - Un impegno «per migliorare il vostro lavoro», con un «piano straordinario di assunzioni, dotazioni e innovazione tecnologica»: così il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel suo intervento a Ostia per la festa del 50esimo anniversario dell’Associazione nazionale polizia di Stato. Il ministro, seduto a fianco del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha ascoltato alcune testimonianze, poi ha preso la parola: «E’ il mio 122esimo giorno da ministro, sono orgoglioso che il buon Dio mi abbia concesso l’onore e l’onere di fare il ministro che si occupa di pubblica sicurezza, sono orgoglioso di quello che fate ogni giorno e sono felice di poter migliorare la vostra qualità di missione, missione e non semplice lavoro, perché quello che fate va al di là di una semplice professione».

"Una scelta di vita"
«E’ una scelta di vita – ha aggiunto – e non è solo una scelta di sicurezza perché i compiti della polizia di Stato passano anche per l’ascolto, la comprensione, il dialogo». E «io in piccolo queste settimane porto in dote, oltre ai complimenti, anche qualche innovazione positiva: un piano straordinario di assunzioni per aiutare gli uomini e le donne delle forze dell’ordine a fare sempre meglio il proprio lavoro, un potenziamento dei mezzi, un’innovazione tecnologica con l’uso anche della pistola elettrica per poter proteggere sempre meglio voi stessi e i cittadini». Il ministro ha anche ricordato «alcune iniziative nuove come ‘spiagge sicure’ quest’estate, o ‘scuole sicure’, per beccare gli spacciatori di morte fuori dalle scuole dove vanno i nostri ragazzi». «Penso – ha aggiunto Salvini – alle battaglie antimafia, al presidio antiterrorismo che portate avanti ogni giorno, penso all’enorme sacrificio che fate quotidianamente».

Il ricordo di Salvini
Il ministro ha poi raccontato un aneddoto perché «in piccolo vi voglio tramettere il bello di quello che fate, me lo ha rappresentato un ragazzo di 20 anni ieri alla manifestazione per la Giornata mondiale dei sordi: questo ragazzo fra tutte le cose che poteva chiedere mi ha detto ‘mi piacerebbe pur con lamia difficoltà poter far il poliziotto’; un ragazzo che vive con difficoltà i suoi giorni ha come ambizione indossare la divisa che indossate voi. Questo è il miglior tributo per ricordare la vostra divisa e per onorare chi non c’è più, perché è stato ammazzato indossando la divisa». «Un ricordo – ha sottolineato Salvini – che ci impegna a lavorare sempre di più e meglio», «Sono fiero e orgoglioso di voi, so che l’Italia può contare su di voi, e – ha concluso il titolare del Viminale – ciascuno di voi conti su di me e conti sul ministro che ha l’ambizione di essere uno di voi».