16 ottobre 2019
Aggiornato 13:30
Cronaca

Verona, esplosione in una palazzina che ospita migranti: forse di origine dolosa

Un'esplosione fortissima nella notte, forse di origine dolosa. Una persona è rimasta ferita, in modo non grave

VERONA - Un'esplosione fortissima nella notte, forse di origine dolosa. Una persona è rimasta ferita in modo non grave nell’esplosione causata da un incendio che alle 23 di ieri ha distrutto il piano terra di una palazzina a San Martino Buon Albergo (Verona), che ospita anche un centro di accoglienza con 24 richiedenti asilo. L’incendio si è sviluppato nei locali che ospitano una concessionaria di moto e un sala slot. Il ferito è un passante. I migranti sono stati evacuati assieme ad un’altra ventina di residenti. I danni maggiori sono ai negozi: cinque sono andati distrutti e le fiamme sono arrivate fino agli appartamenti del secondo piano, tutti evacuati, compresi i 24 migranti e un’altra ventina di residenti.

Un passante ferito
L’esplosione ha interessato una palazzina nel centro di San Martino Buon Albergo, in via XX Settembre. Sul posto i Vigili del fuoco, che hanno domato le fiamme nel giro di un’ora, Carabinieri e Polizia: le cause sono ancora ignote. Nonostante i molti danni all’edificio, si è registrato un unico ferito, un uomo che stava passeggiando con il suo cane: ha riportato qualche frattura, ed è stato ricoverato in codice giallo all’ospedale di San Bonifacio. "Fortunatamente c'è stato solo un ferito, ma le conseguenze sarebbero potute essere devastanti - ha detto il sindaco di San Martino Buon Albergo, Franco De Santi - I danni per lo stabile sono gravi, adesso dovremo valutare l'agibilità di parte del palazzo e oggi ci sarà un sopralluogo tecnico".