20 ottobre 2018
Aggiornato 22:01

Utero in affitto, Meloni: «Diventi reato universale»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «Bene Salvini su trascrizioni, ora maggioranza appoggi nostro ddl». Pagano (Lega): «Vero medioevo è utero in affitto»
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia (ANSA)

ROMA - «Condividiamo le parole del Ministro Salvini che si dice contrario alla trascrizione dei nati all'estero da utero in affitto, e chiediamo alla maggioranza di dare un segnale concreto in questo senso. L'utero in affitto è una pratica che umilia la donna e calpesta i suoi diritti, una barbarie che Fratelli d'Italia propone sia considerata reato universale, ovvero punibile in Italia anche se commesso all'estero. Abbiamo presentato la proposta di legge in Parlamento: approviamola insieme». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Rauti: «Non è emancipazione»
«L'attuale legge sulle unioni civili lascia spazi di incertezza sul tema delle adozioni, e non mancano sentenze dei giudici che consentono le adozioni a coppie omosessuali. Fratelli d'Italia ribadisce che i bambini hanno diritto ad avere un padre ed una madre e che è disumana e barbara qualsiasi pratica legata all'utero in affitto. Non c'è alcuna emancipazione della donna e progresso nel vendere il proprio corpo. I bambini non sono la causale di un contratto, ma il frutto dell'amore di un uomo ed una donna. A settembre chiederemo di sostenere la nostra proposta contro un reato che umilia le donne, commercializza il loro corpo e sfrutta le condizioni di povertà». Lo dichiara il vicepresidente vicario del gruppo al Senato di Fratelli d'Italia, Isabella Rauti.

Pagano (Lega): «Vero medioevo è utero in affitto»
«Fascistoide, troglodita, retrogrado, medioevo, restaurazione... sono solo alcuni degli aggettivi e dei commenti rivolti a Matteo Salvini oggi dai campioni della tolleranza a senso unico. La colpa del ministro? Aver ripristinato la dicitura 'madre' e 'padre' nei moduli di richiesta per la carta di identità elettronica. Con la Lega terremo saldi i principi e i valori sui quali si identificano la stragrande maggioranza degli italiani. La famiglia è una, il vero diritto dei bimbi è avere una mamma e un papà. Non ci inchineremo certo al pensiero unico di una élite minoritaria». Lo dichiara il vicecapogruppo della Lega alla Camera, Alessandro Pagano per il quale «il medioevo è quello che vogliono introdurre loro con la pratica dell'utero in affitto, la nuova forma di schiavitù delle donne. Su questo tema le femministe radical chic tutte mute e fa bene Salvini ad andare avanti imperterrito».