10 dicembre 2018
Aggiornato 20:30

Migranti, in 4000 a Ventimiglia per «passaporto europeo»

Tra gli slogan «Nessuna bandiera, nessuna frontiera. Apriamo i porti e affondiamo il Governo»
La manifestazione pro-migranti a Ventimiglia
La manifestazione pro-migranti a Ventimiglia (ANSA)

VENTIMIGLIA - Oltre 4000 persone, secondo la questura, ma sarebbero molti di più per gli organizzatori, hanno partecipato a Ventimiglia al corteo per chiedere la libera circolazione di migranti in Europa con l'istituzione di un passaporto europeo. I manifestanti arrivano anche da Francia e Spagna. Ad aprire il corteo un furgone da cui si diffonde musica su cui c'è un disegno che ritrae Salvini che bacia sulla guancia il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano. I manifestanti hanno voluto sottolineare la loro indignazione per l'ordinanza che il sindaco aveva emesso negli anni scorsi per vietare di somministrare cibo e bevande ai migranti per strada per motivi igienico-sanitari.

Vasto lo spiegamento di forze dell' ordine
Il corteo si è svolto in modo pacifico. «Né con Salvini, né con Minniti, apriamo i porti e affondiamo il Governo» gridano i manifestanti. «Basta lager di Stato», «Prima gli sfruttati», «Nessuna bandiera, nessuna frontiera», sono alcuni degli slogan dei promotori dell'iniziativa «Ventimiglia città aperta».