16 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Genova

Integrazione, richiedenti asilo a lezione di legalità in Comune

Nel Salone di Rappresentanza al via il progetto 'Riconoscersi', 60 giovani richiedenti asilo da domani a Palazzo Tursi per conoscere la Costituzione e il ruolo della Polizia locale.

Richiedenti asilo a lezione di legalità
Richiedenti asilo a lezione di legalità ANSA

GENOVA - Palazzo Tursi apre le porte all'integrazione. Gli allievi sono giovani richiedenti asilo ospiti delle strutture di accoglienza di Genova. I professori sono docenti universitari, agenti della Polizia municipale.

PROGRAMMA - Nella lista dei concetti che verranno appresi durante il progetto "Riconoscersi", i 60 ragazzi verranno istruiti da domani sulla Costituzione italiana, l'organizzazione del potere pubblico, il ruolo del Corpo di Polizia Locale. E' dedicato a 60 ragazzi e si tiene il 21 giugno prossimo. Materiale didattico fornito consisterà in una copia della Costituzione italiana in lingua inglese, francese e araba.

ORGANIZZATORI E RESPONSABILI - Il progetto, su proposta dell'assessore al Personale e Pari Opportunità del Comune di Genova, Arianna Viscogliosi, e dell'assessore alla Sicurezza, Stefano Garassino, è organizzato in collaborazione con Azioni Migranti, gli Enti del Terzo Settore, la Polizia Municipale e il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Genova.

EDUCARE ALLA LEGALITA' - L'intento è di coinvolgere i richiedenti asilo in una serie di incontri di conoscenza e informazione sull'insieme delle principali norme di convivenza sociale e di educazione civica che regolano il Paese ospitante. «Educare alla legalità - sostiene l'assessore Stefano Garassino - aiuta a far capire come il nostro sistema si fondi su regole e relazioni che comprendono sia diritti che doveri da rispettare. La conoscenza dei doveri aiuta la partecipazione responsabile alla vita di una comunità e l'integrazione».

INTEGRAZIONE - «Questo rappresenta un reale progetto di integrazione - sottolinea l'assessore Arianna Viscogliosi - nel quale l'Amministrazione si fa portatrice dei valori civici della Costituzione».

PIU' FASI - La prima fase del progetto prevede un incontro in plenaria di 4 ore rivolto a 60 giovani per edizione, sono previste complessivamente tre edizioni. La seconda fase del progetto prevede incontri a livello municipale sia per eventuali approfondimenti sia per aumentare la conoscenza e la fiducia nei confronti della Polizia locale.