25 febbraio 2021
Aggiornato 14:30
Genova

Velisti dispersi, appello della Regione al Portogallo: "Continuate a cercare"

Governatore Toti: "Per rispetto delle famiglie". I due velisti risultano dispersi dallo scorso 2 maggio nell'Atlantico, tra le Azzorre e Gibilterra, nel viaggio che doveva riportarli a casa

 GENOVA - «A prescindere che i due velisti italiani dispersi nell'Oceano Atlantico siano liguri, per l' umanità e per il rispetto delle famiglie, le ricerche delle autorità portoghesi e italiane devono proseguire». E' l' appello del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a Genova in Consiglio regionale.

APPELLO AL PORTOGALLO - All'unanimità l'assemblea ha chiesto alle autorità portoghesi di riprendere le ricerche interrotte dello skipper spezzino Aldo Revello e del marinaio Antonio Voinea, dispersi in Atlantico, tra le Azzorre e Gibilterra dal 2 maggio scorso dopo il naufragio della barca a vela con cui stavano tornando nel Mediterraneo dopo una navigazione partita dai Caraibi.

LA MOGLIE - Qualche giorno fa la moglie di Revello, Rosa Cilano, ha lanciato nuovi appelli e iniziative. La donna è salda nell'idea che i due siano vivi, e a bordo della scialuppa di salvataggio di cui era provvista la barca.

LA DENUNCIA - Rosa ha formalizzato anche la denuncia di scomparsa del marito ai Carabinieri.

FAREMO PRESSIONE - «Le ricerche devono proseguire, nulla deve restare intentato, intendiamo fare pressione sulle autorità portoghesi», dichiara Toti.