19 ottobre 2018
Aggiornato 22:30

Minniti: "Il rischio terrorismo sarà sempre alto e la sua prevedibilità è a zero"

Le parole del ministro dell'Interno sul rischio terrorismo nel nostro Paese
Rischio terrorismo alto in Italia
Rischio terrorismo alto in Italia (ANSA/GIUSEPPE LAMI)

ROMA - "L'Italia ha una grande forza che ha messo in campo nella lotta al terrorismo e alla mafia, un sistema paese che ha garantito sicurezza e libertà": così il ministro dell'Interno Marco Minniti in un'intervista esclusiva rilasciata ad Andrea Purgatori per la nuova puntata di Atlantide - Storie di Uomini e di Mondi, dal titolo "La coda del diavolo" su La7. "Il rischio terrorismo è alto e sarà alto per i prossimi mesi e probabilmente per i prossimi anni", ha continuato Minniti, avvertendo: "Oggi la minaccia è a prevedibilità zero. Nel momento in cui la sua componente militare è stata fisicamente sconfitta, l'Isis deve dimostrare di esistere ancora attraverso una reazione terroristica e l'Italia non deve farsi trovare impreparata nemmeno per un attimo".

La ritirata
La propaganda contro l'Italia si è intensificata e oggi i 25mila foreign fighters che hanno combattuto in Iraq e Siria stanno cercando di rientrare in quella che Minniti stesso definisce una ritirata, che non è strategica, ma una fuga individuale che può passare anche attraverso i flussi migratori.

Il pericolo web
Il ministro dell'Interno nel corso dell'intervista si è soffermato anche sul pericolo del web che "radicalizza i lupi solitari, attraverso una penetrazione costante a cui l'Isis ha lavorato per anni al punto che nemmeno essa stessa sa quanto è profonda è diffusa la propria rete di terroristi che possono auto innescarsi nel mondo.