Italia | Governo

Tajani: no a umiliazioni dal M5s. Di Maio fa giochi di palazzo, altro che rinnovamento

«Noi vogliamo fare alcune cose per i cittadini, dare risposte, non ci interessano le poltrone, ma non siamo disposti a subire umiliazioni»

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi con Antonio Tajani
Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi con Antonio Tajani (ANSA / CIRO FUSCO)

ROMA - "Noi vogliamo fare alcune cose per i cittadini, dare risposte, non ci interessano le poltrone, ma non siamo disposti a subire umiliazioni" dal Movimento 5 stelle. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo ed esponente di Fi, Antonio Tajani, intervistato a #CartaBianca su Rai Tre. "Il M5s sta facendo una partita da prima Repubblica, da giochi di Palazzo, altro che rinnovamento", ha concluso. "Il tentativo di aut aut di Di Maio di dividere il centrodestra è un periodo ipotetico dell'irrealtà. Di Maio gioca la partita dei vecchi leader della Prima Repubblica». Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, intervistato a #CartaBianca su Rai Tre.

"Mai detto che siamo un partito unico"
"Siamo noi che non vogliamo fare una alleanza con chi non rispetta il voto popolare. Di Maio non può dire questo mi sta bene e questo no", ha aggiunto. "Di Maio vede un film che non esiste, mai detto che siamo un partito unico, una coalzione non lo è, una coalizione ha un programma unico".

"Non riuscirà a rompere la coalizione"
Tajani sottolinea anche come "il centrodestra ha vinto le elezioni e da qui bisogna partire, Berlusconi ha detto in modo molto chiaro al Quirinale che il governo deve essere guidato dal centrodestra». "Se il Movimento cinque stelle vuole andare ad elezioni anticipate cercando di rompere la coalizione di centrodestra non ci riuscirà perchè la Lega è stata molto chiara", ha concluso Tajani.