30 marzo 2020
Aggiornato 12:34
Litorale

Fregene: disastro erosione, arriva l’ok al geotubo

Dalla Conferenza di Servizi c’è il via libera alla costruzione che cercherà di limitare i danni alle strutture balneari

I danni causati dalla forte mareggiata degli ultimi mesi sulla costa di Fregene sud, Roma
I danni causati dalla forte mareggiata degli ultimi mesi sulla costa di Fregene sud, Roma ANSA

ROMA – È arrivato il primo ok dalla Regione Lazio per il posizionamento del geotubo, lungo oltre 750 metri da riempire di sabbia, a trenta metri dalla riva, a difesa della costa sud di Fregene martoriata dall'erosione e che vede strutture balneari con danni causati dalle mareggiate. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, al termine della Conferenza di Servizi presso la Regione Lazio per parlare del problema dell'erosione del litorale con particolare riferimento al tratto tra Focene e Fregene sud.

L’annuncio di Montino e l’allarme dei balneari
«Non possiamo abbandonare un pezzo di patrimonio pubblico e di economia del territorio - afferma Montino - Dalla Regione è arrivato il primo sì per il posizionamento del geotubo. Acquisiranno altri pareri entro la fine di aprile e l'inizio di maggio per il via libera definitivo alla valutazione di impatto ambientale. È necessario posizionare il geotubo prima dell'inizio della stagione balneare. E servirà anche sabbia necessaria a ripristinare le condizioni minime per restituire quel tratto di litorale a cittadini e turisti». Alcuni balneari ringraziano Montino «per il positivo contributo nella conferenza servizi» ma che - evidenziano – «purtroppo però non ha dato certezze. Pertanto chiediamo aiuto per far sì che la Regione faccia il ripascimento e la difesa con urgenza».

L’attacco di Cangemi (Forza Italia)
«Fa piacere, ora che siamo in campagna elettorale a Fiumicino, che Montino plauda al posizionamento del geotubo per arginare l'erosione dell'arenile di Fregene – sono le parole del consigliere regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi che però attacca «La stagione balneare è alle porte e, se i lavori non partono subito, saremo di fronte ad un disastro annunciato di cui Montino e il suo compagno Zingaretti dovranno considerarsi responsabili. Dove sono stati in questi cinque anni in cui abbiamo sollecitato, a più riprese, un piano di contrasto all'erosione, serio e, soprattutto, strutturale? Montino come al solito arriva fuori tempo massimo: lasci perdere le passerelle elettorali e dica a Zingaretti di muoversi o questa estate romani e turisti non potranno andare in spiaggia a Fregene semplicemente perché la spiaggia non ci sarà più».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal