27 novembre 2021
Aggiornato 20:30
Governo

Salvini: confronto con tutti tranne Renzi. E per i Cinque Stelle la porta sembra aperta

La porta del leader leghista al M5S sembra aperta. Salvini ammette la presenza di punti in comune e glissa con un 'Vedremo...'

ROMA - Matteo Salvini è disposto a confrontarsi «con tutti» per un possibile governo, ma non con Matteo Renzi. Parlando a 'Domenica live', il leader della Lega ha spiegato: «Difficilmente potrei andare a governare con Renzi e con la Boschi, visto quello che hanno combinato negli ultimi anni. Per serietà, o posso fare cose che fanno bene all'Italia, oppure...». Per il M5S, invece, la porta del leader leghista sembra sempre più aperta. La Lega valuterà sul programma la possibilità di un accordo con M5s, come con qualunque altra forza in Parlamento, ha spiegato Matteo Salvini, aggiungendo che con i 5 stelle, sulla carta, ci sono diversi punti di programma in comune: «Stando alle parole, la legge Fornero è una cosa che anche loro vorrebbero cambiare, c'è un rapporto con l'Europa da cambiare, c'è una riforma della scuola da cambiare. Lo sconto per chi è in carcere condannato a meno di 4 anni di galera...». Dopodiché «cosa vogliono fare Pd, 5 stelle? Vediamo!».

Ma sul lavoro...
Al tempo stesso, però, «c'è una visione diversa sul lavoro. Loro vogliono dare 700-800 euro a chi sta a casa. Io non sono d'accordo, se uno è in difficoltà posso dare un prestito per aiutare a trovare lavoro, ma altrimenti quelli che lavorano che sono: più stupidi degli altri? Vediamo, passiamo dalle parole ai fatti. Voglio capire, anche sulla Lega hanno detto tante cose, che siamo razzisti...». Di tutto questo, ha però precisato, non si è parlato nel colloquio telefonico di oggi con Luigi Di Maio: «Con Di Maio non abbiamo parlato di governo, c'è da far partire l'attività di Camera e Senato».

Niente governo di scopo
Matteo Salvini non sarebbe disponibile ad un governo di scopo di un anno sostenuto da tutti. Il leader della Lega lo ha detto a 'Domenica live'. «Io non sono disponibile ad andare al governo a tutti i costi con chiunque. Quando sento: governo di larghe intese, tutti assieme per un anno... No! Cosa vogliono fare? Mio dovere è andare a sentire tutti gli altri, io rimango quello che ero prima, vediamo gli altri se passano dalle parole ai fatti. Non c'è niente di impossibile». L'obiettivo della Lega, assicura Salvini, non è tornare al voto presto, ma non è nemmeno pensabile che si possa sostenere qualunque governo: «L'ultima delle cose che vorrei fare è andare a votare, ma se mi accorgessi che vogliono tirare a campare per portare a casa lo stipendio, io dico no». Aggiunge Salvini, bocciando l'idea di un 'governo di scopo': «Quando vi dicono: facciamo un governo per fare la legge elettorale, stiamo lì cinque, sei mesi e poi si vota... Vi stanno fregando, poi stanno lì 5 anni».