17 ottobre 2019
Aggiornato 20:30
Formula E

Eur, buche aperte e sampietrini ricoperti: è scontro

In vista della Formula E che si disputerà a Roma nel prossimo aprile, vengono ricoperti di asfalto i sampietrini dell’Eur

Le gittate di asfalto su alcuni tratti di strada con i sampietrini all'Eur, il quartiere romano che ospitera' la Formula E, Roma, 18 marzo 2018.
Le gittate di asfalto su alcuni tratti di strada con i sampietrini all'Eur, il quartiere romano che ospitera' la Formula E, Roma, 18 marzo 2018. ANSA

ROMA – Mentre le voragini sparse in molte strade di Roma vengono lasciate scoperte, nella Capitale si procede a ricoprire con l’asfalto i caratteristici ciottoli che compongono la superficie stradale nei pressi del Palazzo dei Congressi: a denunciarlo è stato Fabio Rampelli capogruppo di Fdi alla Camera Presenterò un'interrogazione urgente a Franceschini e una richiesta di immediato ripristino del selciato tradizionale a spese degli organizzatori o della sindaca Raggi. Dal Campidoglio, però, assicurano che si tratta solo di una misura temporanea.

Per Rampelli è uno «sfregio all’Eur»
All'Eur – secondo Rampelli – si consuma un altro sfregio indicibile: «Probabilmente l'armata Brancaleone grillina che amministra Roma non si è nemmeno accorta che dietro il Palazzo dei Congressi vengono asfaltati i sampietrini per le aree sosta delle auto da corsa». Quella dei 5Stelle, per il capogruppo FdI alla Camera – è pura follia iconoclasta: «Con le strade disastrate e la moltiplicazione di incidenti gravi, si getta una bella colata di asfalto sul selciato del quartiere razionalista, in perfetto stato d'uso. Uno schiaffo ad automobilisti, motociclisti e pedoni».

L’assessore Frongia assicura: «Asfalto temporaneo»
L'assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini, Daniele Frongia, ha spiegato che «è stato concesso alla Formula E Operation (FEO), di concerto con il Dipartimento Lavori Pubblici e la Sovrintendenza, di asfaltare temporaneamente alcuni tratti dell'area di fronte al Palazzo dei Congressi, dove ci sarà la pit lane». Le gittate di cemento, ha spiegato Frongia, poggiano su un apposito letto di sabbia: «quando l'asfalto sarà rimosso, queste non avranno alcun impatto sui sampietrini che quindi, entro il 22 aprile, torneranno ripuliti e come prima. Stessa procedura è stata eseguita con successo per i sampietrini del circuito di Formula E di Parigi, a Les Invalides».

E-Prix per la prima volta a Roma
Il prossimo 14 aprile, dunque, la Capitale ospiterà per la prima volta l'E-Prix, il Gran Premio della Formula Elettrica che darà vita ad uno spettacolo automobilistico su un circuito nel cuore del quartiere residenziale Eur. Il tracciato dell'evento è di 2,8 km per 19 giri tra via Cristoforo Colombo e il palazzo dei Congressi. Da oltre sei mesi gli uffici e l'Amministrazione, in sinergia con gli organizzatori, sono al lavoro per la migliore pianificazione e gestione della manifestazione. Da lunedì 19 marzo saranno disponibili online, sul sito romamobilita.it tutte le informazioni e le modifiche sulla viabilità costantemente aggiornate. «Roma sarà protagonista di un grande evento sportivo internazionale – dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi – L’indotto per la città sarà notevole: 60 milioni di euro in tre anni, oltre all'aumento dei turisti, calcolato fra i 30 e i 40 mila in più per il periodo della gara. Prevista nell'arco del triennio l'installazione di 700 colonnine di ricarica che saranno lasciate alla città in eredità dalla Formula E grazie agli investimenti di ENEL in collaborazione con Acea». La speranza è che oltre a rimuovere l’asfalto immediatamente dopo la gara, grazie all’indotto verrà sistemato il «circuito automobilistico» con cui i romani sono costretti a fare i conti ogni giorno.