25 giugno 2019
Aggiornato 22:00
Governo Gentiloni

Gentiloni rassicura Merkel: «Prossimo governo sarà stabile e non populista»

Il premier: «Sono convinto che la coalizione di centrosinistra possa essere il pilastro del prossimo esecutivo»

ROMA - «Sono convinto che la coalizione di centrosinistra possa essere il pilastro del prossimo governo». Lo ha ribadito il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, durante la conferenza stampa a Berlino al termine del colloquio con Angela Merkel. Le «eccellenti» relazioni e la «collaborazione» tra Italia e Germania è «molto importante che si concentrino sempre di più, con laFrancia e altri Paesi», sulla capacità di offrire all'Europa «obiettivi ambiziosi». Del resto «l'Europa è uscita dalle grandi crisi del 2016, ha dimostrato di saper non far prevalere il populismo e il nazionalismo, e ora servono passi avanti graduali per rispondere ad una domanda che c'è di rilancio dell'Unione europea». Lo ha detto il presidente del Consiglio.

Infliggere colpi significativi alle reti criminali dei trafficanti
Poi, ha sottolineato Gentiloni, «abbiamo una missione da compiere anche sul piano geopolitico, ne discuteremo la prossima settimana a Bruxelles con i cinque Paesi del Sahel, e Germania e Italia nei rapporti col Mediterraneo hanno interessi e punti di vista comuni» che «si sono manifestati nel modo con cui abbiamo affrontato insieme la sfida migratoria, combinando capacità ragionevole di accoglienza e la capacità finalmente di infliggere colpi significativi alle reti criminali dei trafficanti». A questo proposito «siamo molto orgogliosi del fatto che grazie al nostro impegno le reti dei trafficanti hanno ridotto la loro presa sulle rotte mediterranee, sono diminuiti gli sbarchi e i morti in mare, sono aumentati i rimpatri volontari».