19 luglio 2024
Aggiornato 23:00
Movimento 5 stelle

M5s alle prese con il caso Dessì e la casa a 7 euro al mese

In affitto a 7 euro in casa popolare. Il candidato premier pentastellato: «Così non può stare con noi»

ROMA - M5s alle prese ancora con il caso del candidato al Senato Emanuele Dessì: dopo il video in cui balla con Domenico Spada, esponente del clan di Ostia, e il post razzista su Facebook in cui confessava di aver picchiato un ragazzo romeno, si scopre che l'aspirante parlamentare abita in una casa popolare, di proprietà dell'Ater, ricevuta in affitto dal comune di Frascati (dove ha fatto anche il consigliere comunale) pagando un canone di 7,75 euro al mese, pari a 93 euro l'anno.

Di Maio: in corso approfondimenti
«Sono capo politico del movimento - ha detto Luigi Di Maio interpellato sulla questione a margine della visita all'Hub Free Mind Foundry ad Acireale, in provincia di Catania - ed è mio dovere tutelare il movimento. Ringrazio i giornalisti per aver fatto questo approfondimento. Abbiamo accertamenti, se dovesse essere vero quello che sta emergendo non avremmo alcun problema a dire che queste persone non possono stare nel movimento. Dateci il tempo di fare approfondimenti». Intanto Dessì annuncia che alle 17 in diretta facebook chiarirà tutto: «Ora basta, adesso parlo io!», scrive.