11 dicembre 2019
Aggiornato 17:30

Salvini: «Ap si è sciolta? Scissione dell'atomo»

La Lega chiederà di inserire nel patto di governo l'impegno ad espellere «almeno 100mila clandestini l'anno», ha detto il segretario

ROMA - La Lega chiederà di inserire nel patto di governo l'impegno ad espellere «almeno 100mila clandestini l'anno». Lo ha detto Matteo Salvini conversando con i giornalisti alla Camera. «La Lega vuole un'immigrazione controllata e nel patto di governo chiederemo un impegno a espellere almeno 100mila clandestini all'anno. Lo Ius soli è una legge sbagliata, non perché riguarda gli immigrati ma perché svende la cittadinanza in cambio di qualche voto». Un premier «fuori dalla politica» non piace a Matteo Salvini, il leader della Lega parlando con i giornalisti a Montecitorio commenta così le dichiarazioni di Silvio Berlusconi sul possibile prossimo presidente del Consiglio. «Abbiamo visto che fine ha fatto con Monti l'Italia. Che la buona politica riprenda il coraggio di fare buona politica e di dire agli italiani che intenzioni ha».

Le alleanze post-voto
«Io ho chiesto a Berlusconi e agli altri alleati del centrodestra di garantire che chi vota Lega o centrodestra non vedrà mai i suoi voti andare a sostenere governi diversi o governi di sinistra». Il leader della Lega, ospite a '6 su Radio 1' ha escluso la possibilità di governo post voto anche con M5s. «Alla prova del governo delle città - ha detto sul partito di Grillo e Di Maio- si dimostrano un fallimento. A parole sono bravissimi ma poi guardate come stanno amministrando Roma, Torino, Livorno, Ragusa?». Quanto alla premiership interna al centrodestra, «decideranno gli italiani - ha ribadito Salvini- se prevarrà l'idea di centrodestra di Berlusconi, che abbiamo provato, o se è meglio avere un centrodestra che abbia un'impronta più coraggiosa, più dinamica».