18 settembre 2020
Aggiornato 13:30
Politica e Tv

Vauro fa arrabbiare Sgarbi, che lo ricopre di insulti

Il fumettista ha fatto andare su tutte le furie il critico d'arte a L'aria che tira su La7, supponendo legami fra Cosa nostra e Forza Italia

ROMA - Ennesimo scontro fra Vittorio Sgarbi e Vauro a L'aria che tira su La7. Il fumettista ha fatto andare su tutte le furie il critico d'arte, supponendo legami fra Cosa nostra e Forza Italia. «C’è un limite a tutto, perché questa è una trasmissione pubblica. Quello che sta dicendo questo poveretto non è accettabile, perché ci sono magistrati che da 30 anni lavorano rompendo il cazzo a Berlusconi. Non deve rompere i coglioni questo imbecille. Non è possibile ascoltare questa menata continua.

La morte di Riina
Poi Sgarbi ha ricordato la morte del boss di Cosa nostra, Totò Riina: «L’orrore di questa magistratura è altro. Non fanno vedere ai figli il volto del padre. Parce sepultis (perdona i sepolti, ndr). Studino! Ci vuole pietà non per Riina, ma per i figli, che non hanno fatto un cazzo».