27 maggio 2020
Aggiornato 18:00
Terrorismo

Immigrazione e terrorismo, l'ammissione di Minniti che dà ragione ai «populisti»

Il ministro dell'Interno fa un'ammissione che fino a poco tempo fa la sinistra al governo contestava alle destre

ROMA - «Se si dovesse appalesare una sconfitta militare cogente dell'Isis di Siria ed Iraq potremmo trovarci di fronte ad una diaspora di ritorno di foreign fighters" che si "stimano in 25-30mila ed è probabile che una parte punterà a tornare a casa, l'Africa settentrionale e l'Europa». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, durante l'audizione in Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen. «Si può pensare - ha aggiunto il titolare del Viminale - che possano utilizzare le rotte dei trafficanti di esseri umani. Per questo il confine Sud della Libia e' cruciale anche per l'antiterrorismo».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal