26 giugno 2019
Aggiornato 02:30
Elezioni regionali

Regionali Sicilia, Cancelleri: «Resto candidato, accuse da azzeccagarbugli»

Il vincitore delle primarie siciliane del M5s: «Vorremo che chi ci vuole battere lo faccia con le elezioni, e non portandoci nelle aule dei tribunali»

PALERMO - «Vorremo che chi ci vuole battere lo faccia con le regole democratiche del Paese, e quindi con le elezioni, e non portandoci nelle aule dei tribunali». Lo ha detto il candidato alla presidenza della Regione siciliana per il Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri, commentando il deposito della sentenza con cui il Tribunale di Palermo ha sospeso l'esito delle regionarie grilline che hanno portato alla sua candidatura.

«Nello stesso decreto di sentenza, il giudice scrive in calce che il tribunale civile di Palermo non può decidere se e come presentare la lista - ha detto Cancelleri -, e con quale modalità scegliere i candidati. Quindi noi, nell'assoluto rispetto della legge, presenteremo le liste già sabato 23 settembre con la presentazione del simbolo. Andiamo avanti nel rispetto di tutti i cittadini che ci stanno sostenendo e che hanno sostenuto i candidati».