3 dicembre 2020
Aggiornato 08:30
Sanità

Vaccini, Lorenzin: «Provvedimento per tutelare i bambini italiani»

Il ministro della Salute dopo il via libera di Palazzo Madama al provvedimento che reintroduce l'obbligo vaccinale nel nostro Paese: «E' anche una risposta a un'epidemia in atto, quella del morbillo»

ROMA - «Questo è un provvedimento a tutela dei bambini italiani. Tutti. Anche di quelli che non possono essere vaccinati». Lo ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, dopo il via libera di Palazzo Madama al provvedimento che reintroduce l'obbligo vaccinale nel nostro Paese. Con "un lungo dibattito in Senato su un decreto - ha sottolineato - su cui non è stata posta la fiducia e su cui abbiamo avuto un larghissimo voto di maggioranza e trasversale".

Ma soprattutto viene dato «un messaggio molto chiaro agli italiani: bisogna tornare a vaccinarsi per mettere in sicurezza la collettività e per mettere in sicurezza i nostri bambini. E' anche una risposta a un'epidemia in atto, quella del morbillo, che in questo momento purtroppo nel nostro Paese conta 3672 casi notificati e tre decessi», ha aggiunto. «Mettiamo in sicurezza la collettività rispetto a malattie infettive molto gravi e di cui purtroppo si è sottostimato il rischio in questi anni», ha detto ancora il ministro, sottolineando che «il grande sforzo che verrà fatto insieme con il mondo della scuola, gli operatori sanitari, i pediatri, i medici di medicina generale per informare le famiglie e i genitori nei prossi anni riuscirà a colmare il gap di immunizzazione che ci ha costretto a fare questo decreto e a tornare all'obbligatorietà. Sono molto fiduciosa e lo dico alle famiglie: è un provvedimento a tutela dei bambini italiani, tutti, anche di quelli che non possono essere vaccinati».