17 gennaio 2021
Aggiornato 03:30
Musica Classica

Genova, a Palazzo Ducale arrivano «I Notturni en plein air»

Dal 20 Luglio al 15 Agosto arriva la rassegna di cinque concerti in piano solo che avranno come tema centrale la notte. Ecco il programma completo dell'evento

GENOVA – Stanno per partire «I Notturni en plein air» nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale: cinque pianisti per cinque notti. I concerti sono in programma dal 20 Luglio al 15 Agosto, alle 22. Il tema della notte è stato al centro dell’attenzione di molti compositori a partire dal XVIII secolo. Nell’Ottocento, anche in virtù delle suggestioni letterarie, il Notturno trova una nuova radice inventiva, derivata dal bel canto e dalla vocalità operistica. Tenendo presente il gusto italiano il compositore e pianista irlandese John Field diede forma nel 1814 al primo Notturno pianistico, concepito come un brano lirico di gusto sentimentale, basato su una melodia accompagnata da semplici accordi arpeggiati. In seguito molti compositori hanno contribuito all’evoluzione di questa forma musicale, anche andando oltre lo strumento prediletto, il pianoforte, e spingendosi fino all’orchestra. Dall’originale concetto di Notturno si è dunque arrivati a composizioni romantiche e tardo-romantiche ispirate alla luce, ai riflessi luminosi, ai giochi sull’acqua, ai chiarori della luna.
Così ogni musica ispirata alla notte, proprio per la sua natura profondamente intima, risveglia ogni volta sensazioni indimenticabili nell’animo di chi ascolta. Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Il calendario degli appuntamenti
Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti in programma: il 20 luglio alle 22 Massimiliano Génot con Domenico Scarlatti, Sonata in mi maggiore L 23 Corteggio Notturno, Ludwig van Beethoven, Sonata in do diesis minore op. 27 n. 2 Al Chiaro di Luna, Fryderyk Chopin, Notturno in si maggiore op. 32 n. 1; Notturno in la bemolle maggiore op. 32 n. 2, Thelonius Monk, Round Midnight, Willy Merz, Mizmor II, Béla Bartók, dalla Suite All’aria aperta: con tamburi e pifferi; Musica della notte: la caccia.
Il 27 luglio alle 22 Gregorio Nardi: Franz Liszt, Berceuse, Robert Schumann / Franz Liszt, Frühlingsnacht, Richard Wagner / Franz Liszt, O du, mein holder Abendstern (da Tannhäuser), Robert Franz / Franz Liszt, Das ist ein Brausen und Heulen, Charles Gounod / Franz Liszt, Les Sabéennes, Berceuse, Franz Liszt, Studio trascendentale n. 12 Chasse-Neige, Richard Wagner / Franz Liszt: Elsa’s Traum(da Lohengrin), Charles Gounod / Franz Liszt: Les Adieux, reverie su un motivo di Romeo e Giulietta, Franz Schubert / Franz Liszt: Ständchen, Fryderyk Chopin / Franz Liszt: Moja pieszczotka canto polacco n. 5, Franz Liszt: La Notte.
Il 3 agosto alle 22, Valentina Messa: Fryderyk Chopin, Notturno in mi minore op. 72 n. 1, Johannes Brahms, Sechs Klavierstücke op. 118, Leoš Janáček, da Il sentiero incolto: Le nostre serate; Il gufo non è ancora volato via,Franz Schubert, Klavierstücke in mi bemolle maggiore D 946 n. 2, Fryderyk Chopin: Ballata in fa minore n. 4 op. 52.
Il 10 agosto alle 22 Stefania Neonato interpreta Melanie Bonis, da Femmes de Legende: Phoebe op. 30, Claude Debussy, da Préludes I libro: Des pas sur la neige; Ce qu’a vu le vent d’Ouest, Melanie, Bonis, Melisande op. 109, Claude Debussy, da Préludes I libro: La serenade interrompue; La Cathedrale engloutie, Melanie Bonis, Viviane op. 80, Claude Debussy, da Preludes II libro: La puerta del vino; Les fees sont d’exquises danseuses, Fryderyk Chopin, Preludio in do diesis minore op. 45; Notturno in si maggiore op. 62 n. 1; Notturno in mi maggiore op. 62 n. 2.
Ed in fine il 15 agosto alle 22 Alessandro Commellato: Padre Komitas (Soghomon Soghomonian), 6 Danze, Aleksej Vladimirovič Stančinskij, 3 Preludi in forma di canone, Robert Schumann, Kreisleriana op. 16.