7 dicembre 2019
Aggiornato 13:00
Lotta al terrorismo

Meloni lancia petizione per Mattarella: «Dia la medaglia d'oro a Scatà e Movio»

Fratelli d'Italia ha promosso una petizione oline sul sito Change.org perché venga riconosciuto ufficialmente il coraggio dei due agenti di polizia che hanno fermato e ucciso il terrorista di Berlino, Anis Amri

ROMA - «Date la medaglia d'oro a Luca Scatà e Christian Movio» questo il nome della petizione promossa sul portale web Change.org da Fratelli d'Italia che chiedono un riconoscimento ufficiale al coraggio dei due agenti di polizia che hanno fermato e ucciso il terrorista di Berlino, Anis Amri.

Meloni rilancia su Facebook
La leader di Fdi, Giorgia Meloni ha rilanciato l'iniziativa dalla sua pagina Facebook e in meno di un'ora il post è virale con migliaia di like e centinaia di commenti e condivisioni. Nel testo della petizione è scritto: «I sottoscritti cittadini italiani chiedono al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di conferire la Medaglia d'oro al Valor civile agli agenti della Polizia di Stato, Luca Scatà e Cristian Movio, per aver identificato, fermato e neutralizzato a Sesto San Giovanni il terrorista islamico tunisino, Anis Amri, autore della strage al mercatino di Natale di Berlino e ricercato a livello internazionale».

Chi sono i due agenti
Christian, 36 anni, originario della provincia di Udine, è un agente scelto del commissariato di Sesto San Giovanni; Luca Scatà, 29 anni, agente da 10 mesi e da 3 in prova in quel commissariato, siciliano originario di Canicattì. E' Christian ad essere rimasto ferito nello scontro a fuoco, e attualmente è ricoverato all'Ospedale di Sesto San Giovanni a causa di un proiettile conficcato nella spalla, ma le sue condizioni sarebbero buone. Il collega, invece, è rimasto fortunatamente illeso.

Attimi di terrore
La pattuglia della polizia è arrivata in piazza Primo maggio a Sesto, proprio di fronte alla stazione, verso le 3 di stanotte a causa di una segnalazione ricevuta in cui si parlva di rumore di spari. Gli istanti successivi sono stati senza fiato. I due agenti hanno chiesto i documenti ad Amri, che ha estratto da uno zainetto una pistola calibro 22 e sparato, ferendo alla spalla l’agente Movio. Il collega Scatà ha risposto subito al fuoco, uccidendo l’aggressore. Solo più tardi le impronte digitali e i tratti somatici hanno confermato l’identità del killer del mercato di Natale.