16 gennaio 2021
Aggiornato 19:00
Il leader della Lega: un certo Islam incompatibile con nostri valori

Salvini: «Il burka? Simbolo di sopraffazione. Lo metta la Boldrini»

Il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato che il burka non è simbolo di libertà, ma di sopraffazione. Ed è tornato ad attaccare Laura Boldrini

ROMA - Niente burka, niente dogmi dell'Islam in contrasto con i valori occidentali. Matteo Salvini, intervenendo a un convegno in un hotel di Palermo, è chiaro: «Si stanno inventando il reato di Islam-fobia. Io dico che un certo tipo di Islam è incompatibile con i nostri valori, coprire una donna da capo a piedi non è libertà ma sopraffazione».

Salvini: il burka lo metta la Boldrini
Il leader della Lega torna all'attacco di Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati: «Se vuole il burka lo metta la Boldrini alle sue figlie e le copra da capo a piedi». Salvini ha poi parlato del futuro politico della Lega, e delle sfide che, a suo avviso, attendono il Paese. "Il nostro futuro è di chiarezza, non guardo al passato, non credo ci sarà spazio per Alfano, Verdini, Cicchitto e questa gente qui», ha puntualizzato.

Il programma di Salvini per la Sicilia e l'Italia
«Si parla di sovranità monetaria, di cambiare l'Europa, difendere i confini, respingere i barconi cambiare le leggi su scuola e lavoro e rendere la Sicilia quello che era: una capitale mondiale del turismo, dell'arte, della cultura, del made in Italy e non l'Isola dei clandestini come la stanno conciando», ha detto Salvini. E ha aggiunto: «Quando andremo al governo noi i soldi li spenderemo in Africa piuttosto che spargerli in Italia per la Alfano Spa: è uno scafista più che un ministro. La Sicilia è una terra stupenda, ma qualcuno l'ha scambiata per l'Isola dei clandestini. Questa immigrazione non è sostenuta per generosità ma perché qualcuno ci guadagna un sacco di quattrini, perché ci sono cooperative di tutti i colori».