26 agosto 2019
Aggiornato 07:00
Ultima giornata di blocco del traffico

Codacons: Pochi controlli nella domenica di blocco alla circolazione

Numerose automobili in circolazione nella capitale nel giorno del blocco perché i cittadini sanno di «poterla fare franca». Questo il pensiero del presidente di Codacons, Carlo Rienzi

Codacons denuncia i pochi controlli in città
Codacons denuncia i pochi controlli in città Shutterstock

ROMA - Codacons torna a farsi sentire e lo fa contestando i pochi controlli che ci sarebbero stati nella giornata di blocco del traffico da parte della Polizia locale. «Ancora una volta, nonostante il blocco della circolazione in vigore oggi nella capitale, numerose automobili hanno potuto girare indisturbate per la città, approfittando della consueta mancanza di controlli da parte delle forze dell'ordine». Così Codacons, che sottolinea come, al pari delle precedenti domeniche ecologiche e delle varie giornate di limitazione al traffico privato, le misure adottate dall'amministrazione comunale siano state anche stavolta ignorate da molti automobilisti.

Troppe poche sanzioni
«Abbiamo riscontrato una presenza non indifferente di automobili in circolazione in tutta la città - spiega il presidente dell'associazione Carlo Rienzi - Questo avviene perché i cittadini sanno bene di poterla fare franca, e che difficilmente verranno sanzionati per la violazione dei divieti, dal momento che i controlli sono pochi e le multe elevate pochissime. È evidentemente che sul fronte della lotta allo smog serva un cambio di passo, perché questi provvedimenti oramai appaiono obsoleti e inefficaci», conclude Rienzi.