28 settembre 2020
Aggiornato 22:00
L'associazione parte offesa

Ricorsi tributari pilotati, Codacons: Danno economico per i contribuenti

«Ci costituiamo parte offesa e chiederemo risarcimenti». Così Carlo Rienzi, presidente di Codacons, prende le difese dei consumatori nella vicenda che vede la presenza di un'organizzazione criminale che si occupa, su Roma, di truccare i ricorsi tributari

ROMA - Il Codacons non ci sta e anche stavolta annuncia di intraprendere una azione legale per difendere i consumatori. Il Codacons si costituirà, infatti, parte offesa nell'inchiesta della Procura di Roma che ha portato alla luce una cricca operante nell'ambito dei ricorsi tributari, in grado di pilotare gli esiti dei ricorsi e far ottenere consistenti sgravi di imposte dagli uffici finanziari.

Danno economico evidente
«Dopo Mafia Capitale, ancora una volta si scopre a Roma una organizzazione criminale che opera a danno dei cittadini - afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi - Gli illeciti commessi nell'ambito dei ricorsi tributari e degli sgravi fiscali hanno prodotto un danno economico evidente ai contribuenti onesti, centinaia di migliaia di romani che hanno regolarmente pagato i propri debiti con il Fisco o perso ricorsi nelle commissioni tributarie. Per tale motivo e a tutela della collettività - prosegue Rienzi - il Codacons si costituirà parte offesa nell'inchiesta aperta dalla Procura, e chiederà ai responsabili degli illeciti il dovuto risarcimento danni».