21 novembre 2019
Aggiornato 14:00
dopo gli ultimi incidenti

Appia Antica, dal Parco l'appello alle autorità: «Bisogna intervenire prima che qualcuno perda la vita»

Mario Tozzi e Alma Rossi, rispettivamente commissario straordinario e direttore del Parco Regionale dell'Appia Antica, hanno scritto una lettera rivolta a Gabrielli, a Tronca e al presidente del Municipio VIII

ROMA - L'Appia Antica va resa più sicura. E' questo l'appello alle autorità romane lanciato, con una lettera, da Mario Tozzi e da Alma Rossi, rispettivamente commissario straordinario e direttore del Parco Regionale dell'Appia Antica.

E' necessario tutelare la sicurezza dei turisti
«In vista dell'imminente chiusura dei cantieri, dell'ormai prossima stagione primaverile e delle festività pasquali che porteranno nel parco migliaia di turisti - scrivono Tozzi e Rossi nella missiva, indirizzata in primis al prefetto Franco Gabrielli, al commissario straordinario del Campidoglio Francesco Paolo Tronca e a Virginia Proverbio, presidente del Municipio VIII -, si invitano le autorità in oggetto a prendere tutti i provvedimenti necessari per garantirne la sicurezza».

Bisogna intervenire prima che qualcuno perda la vita
«Dopo gli ultimi incidenti... - spiegano ancora i dirigenti del Parco dell'Appia Antica - questo Ente ribadisce l'assoluta necessità di una nuova regolamentazione del traffico veicolare e del relativo controllo, prima che si debba piangere qualche vita umana, magari quella di un ospite straniero per poi vergognarsi di fronte al mondo». L'appello si aggiunge alle ripetute richieste di regolamentazione inviate negli ultimi mesi quali: introduzione del limite a 30 Km ora, sensi unici, percorsi protetti per ciclisti e pedoni, messa in sicurezza fermate mezzi pubblici, adozione ZTL oraria e festiva. Perciò, Tozzi e Rossi auspicano che stavolta «non cada nuovamente nel vuoto o ancora peggio si disperda tra le maglie della burocrazia e dei veti incrociati».

(Fonte Askanews)