22 febbraio 2020
Aggiornato 21:00
i dirigenti di fdi si ribellano alla meloni

Comunali Roma, il centrodestra rischia l'implosione e Storace raccoglie consensi

La candidatura di Guido Bertolaso imposta da Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini non piace a molti militanti di FdI. Mentre il centrodestra vacilla, è Francesco Storace l'unico a restare in piedi

ROMA - Mentre il centrodestra rischia di implodere a causa della candidatura di Guido Bertolaso a sindaco di Roma, mal digerita da Matteo Salvini e da molti esponenti del Carroccio, Francesco Storace raccoglie diversi consensi intorno a sé e si fa strada nella partita per il Campidoglio. 

Storace: Sono l'unico candidato davvero di destra
«Morassut il circo lo ha avuto in casa, con Ignazio Marino. Poi, la farsa è diventata tragedia con Ozzimo condannato per Mafia capitale. Pensi ai guai del partito più indagato che c'è: il Pd", così il leader de La Destra e candidato sindaco a Roma, Francesco Storace, al microfono di Rky, in merito alle presenze che caratterizzeranno la chiusura de 'La prossima Roma', l'iniziativa voluta da Francesco Rutelli domani nella Capitale. «Morassut, Giachetti, Marchini e Bertolaso, tutti con il voto a sinistra. Quando dico che sono l'unico candidato che ha militato nel centrodestra dico la verità. E' normale che vadano. Mica mi scandalizzo. Il capo chiama e i gregari accorrono. Quindi si ritrovano lì e magari si chiederanno 'che fine ha fatto Lusi?', 'e Odevaine?' lasciamo perdere una pagina pietosa...» , conclude Storace.

Forza Verde sostiene Storace
Il movimento ambientalista Forza Verde sostiene la sua candidatura a Sindaco di Roma. «Abbiamo già avuto modo di sperimentare l'efficienza di Storace sia al governo della Regione che al Ministero della Sanità. Se la rete ospedaliera romana ancora si regge in piedi è grazie all'apertura del Sant'Andrea, dell'Ifo, di Tor Vergata e del CPO di Ostia. Noi - spiega il presidente di Forza Verde, Stefano Pandolfi, candidato consigliere nelle Provinciali 2008 nel XIX collegio risultando il più votato - siamo certi che Storace, con la sensibilità che ha sempre dimostrato, saprà imprimere una vera svolta ecologica e di rispetto dell'ambiente a Roma».

Anche Bracconeri sta con il leader de La Destra
Ma questo non è l'unico sostegno incassato oggi da Storace. Anche Fabrizio Bracconeri, volto noto della televisione, già candidato alle scorse elezioni europee con Fratelli d'Italia, ha infatti annunciato il sostegno alla candidatura di Francesco Storace a Sindaco di Roma. «Storace è l'unico in grado, con la sua esperienza amministrativa dimostrata anche quando era presidente della Regione, di offrire alla città un progetto serio e credibile di governo ed essere, quindi, una alternativa reale di centrodestra sia all'antipolitica del Movimento 5Stelle sia al renzismo imperante» ha detto. E proprio tra i dirigenti di FdI serpeggia un grande malcontento.

Dirigenti FdI: Vogliamo le primarie
«La candidatura di Guido Bertolaso imposta da Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini continua a creare malcontenti inFratelli d'Italia. Altri quattro circoli di Fdi (Monteverde, Tiburtina, Aurelio e Trieste-Salario) con oltre 50 quadri romani del Partito hanno annunciato oggi il loro sostegno alla candidatura di Francesco Storace, sottoscrivendo il documento dei 21 dirigenti nazionali di Fdi, che nei giorni scorsi avevano protestato contro la mancata decisione di fare le primarie. Questa notte in un blitz di alcuni militanti è stato inoltre affisso uno striscione fuori la sede nazionale di Forza Italia e all'ingresso della sezione romana di Fratelli d'Italia con su scritto: "Vogliamo scegliere #Primarie!». Così Brian Carelli e Gloria Pasquali dirigenti di Fdi e componenti del direttivo romano di Azione Nazionale, promotori dell'iniziativa e firmatari del documento a sostegno della candidatura di Francesco Storace a sindaco di Roma. «Salvini, Meloni e Berlusconi dovrebbero chiedere scusa ai romani per aver voltato le spalle al popolo imponendo dall'alto un candidato come Bertolaso che dopo poche ore ha già contribuito a far implodere il centrodestra. Sono mesi che rivolgiamo un appello accorato affinchè il candidato unitario sia scelto dagli elettori e non a palazzo Grazioli", scrivono Carelli e Pasquali.

(Fonte Askanews)