12 aprile 2021
Aggiornato 08:00
Parla il leader de La Destra

Elezioni comunali, Storace: Al ballottaggio possibile alleanza Marchini

Il candidato a sindaco di Roma pensa al ballottaggio e intanto punta il dito contro il centrodestra di Giorgia Meloni e Salvini

ROMA - «Se io arriverò al ballottaggio dirò a Marchini che ci possiamo alleare». Così il candidato sindaco di Roma Francesco Storace rispondendo in merito ad una sua possibile alleanza con Alfio Marchini. «Marchini io lo rispetto - ha detto parlando ai giornalisti che ha incontrato a Ponte Sant'Angelo -, è un candidato che può fare la sua figura. Il problema è capire quale traccia vogliamo lasciare alla città».

Il commento sulla Lega
«Oggi siamo al 18 febbraio, che è il mese più corto. Forse Bertolaso arriva fino a marzo, ma comincio ad avere la sensazione che prima o poi se ne libereranno, chiameranno la protezione civile e lo porteranno via», ha continuato il leader de La Destra a chi gli chiedeva un commento alle parole del leader della Lega Matteo Salvini sul candidato del centrodestra per il Campidoglio Guido Bertolaso «se non piace ai romani la Lega si sfila».

Chi è il vero avversario del centrodestra?
«Meloni dovrebbe dire a Berlusconi 'in quale guaio ci hai cacciato candidando Bertolaso'. Poi Meloni faccia quello che crede, non so come convincerla a farle cambiare idea rispetto a una decisione sbagliata», continua Storace, che ricorda poi come il centrodestra non fa altro che attaccarlo, non pensando che il vero avversario dovrebbe essere il candidato del Pd Roberto Giachetti: «L'avversario del centrodestra non dovrei essere io ma Giachetti. Si preoccupano di me, sbagliano. Tra tutti i candidati in campo sono l'unico che ha militato nel centrodestra - spiega - Sono abbastanza meravigliato del loro atteggiamento nei miei confronti. Credo si sarebbe potuta fare insieme una bella campagna».

(con fonte Askanews)