17 ottobre 2021
Aggiornato 17:30
per l'introduzione del reddito isee come indicatore

Consiglio della Regione Lazio, Forza Italia da battaglia sull'Irpef

Fare in modo che l'addizionale Irpef sia pagata in base al reddito Isee del nucleo familiare consente di aiutare quelli più in difficoltà

ROMA - «In consiglio regionale, durante la discussione sulle proposte di legge di stabilità 2016 e bilancio di previsione 2016-2018, come opposizione siamo riusciti ad ottenere un risultato importante. Da due anni stiamo portando avanti una dura e determinata battaglia per far sì che sia introdotto il reddito Isee quale indicatore per il pagamento dell'aumento dell'addizionale Irpef. Siamo riusciti, infatti, ad ottenere dall'assessore regionale al bilancio l'impegno ad inserire, con apposita norma, questo metodo di calcolo nel collegato al bilancio che sarà portato in aula nei primi mesi del 2016». Così il consigliere regionale del Lazio di Forza Italia, Giuseppe Simeone, impegnato in queste ore nella discussione del bilancio regionale alla Pisana.

Simeone: Una norma a favore dei cittadini
«Fare in modo che l'addizionale Irpef sia pagata in base al reddito Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) del nucleo familiare consente di individuare la reale situazione reddituale e patrimoniale del contribuente con vantaggi concentrati sui nuclei familiari in difficoltà, sulle persone sole, coppie monoreddito e anziani. Con l'introduzione di questa nuova norma ogni cittadino pagherà le tasse secondo la sua effettiva capacità contributiva e non in base a sterili calcoli ragionieristici» ha spiegato Simeone.

Aurigemma: E' la nostra battaglia per un fisco più equo
«Da sempre, abbiamo portato avanti la nostra battaglia per un fisco più equo. Tra l'altro, i cittadini del Lazio già pagano l'irpef più alta d'Italia, e noi durante la discussione sul bilancio abbiamo cercato di introdurre misure al fine di applicare una tassazione proporzionata al carico fiscale delle famiglie. Perciò, apprezziamo l'impegno dell'assessore Sartore di accogliere il nostro suggerimento, e di inserirlo nel collegato, di applicare la tassazione basandosi sul calcolo dell'Isee", ha aggiunto il capogruppo di Forza Italia della regione Lazio, Antonello Aurigemma. «In questo modo, l'incremento dell'aliquota terrà conto della situazione reddituale e patrimoniale delle famiglie, e non delle singole persone, cosi da tutelare i nuclei familiari con figli a carico. Si tratta di misure di giustizia sociale e fiscale, che potrebbero rappresentare una boccata d'ossigeno per molti cittadini, soprattutto in questo momento di crisi. Adesso, nell'apprezzare la posizione dell'assessore, che in sostanza ha confermato come questa tassazione sia iniqua, auspichiamo che l'impegno preso venga rispettato e concretizzato» ha concluso Aurigemma. (Fonte Askanews)