12 luglio 2020
Aggiornato 02:00
Scandalo banche

Salvini: «Renzi infame, la morte del pensionato è colpa sua»

Duro il leader della Lega Nord: «Il Presidente del Consiglio ha sulla coscienza Luigino. Bisogna sequestrare i beni della famiglia Boschi». La replica di Stefano Pedica del PD: «Salvini senza vergogna, lasci stare i morti». Meloni: «Anche M5S e SEL firmino mozione di sfiducia contro Renzi».

ROMA - «Quell'infame di Renzi parla di sciacalli che si approfittano dei morti, lo vada a dire alla vedova del pensionato che si è suicidato. La morte del pensionato è colpa sua, sì». Lo dice Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, a La Zanzara su Radio 24.
Secondo Salvini c'è un legame diretto tra il governo e la morte di Luigino D'Angelo: «Vedete voi, certo che c'è. La morte del pensionato è frutto di una scelta del governo». Dunque è colpa di Renzi: «Sicuramente sì. E poi lo ha scritto lui. Si è suicidato perché ha perso tutto per colpa di un decreto demenziale. E' un suicidio di Stato, ce l'ha sulla coscienza Renzi. Non c'è dubbio».

Sequestrare i beni della famiglia Boschi
Infine, Salvini attacca il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi: «I beni della famiglia Boschi vanno bloccati e tenuti sotto sequestro, in garanzia della vedova, di quelli truffati. E' squallido fare i fenomeni e dire che le vittime sono degli sciacalli. Uno sbaglia e chiede scusa, papà Boschi si ritira, lascia la sua casa e la sua macchina in garanzia per i truffati e poi ne parliamo».

Pedica (Pd): Salvini senza vergogna, lasci stare i morti
«Salvini faccia pure la sua campagna elettorale impastata di becero populismo, ma almeno lasci stare i morti. Non sfrutti la morte di un pensionato beffato dalle banche per ripetere il suo quotidiano refrain contro Renzi. L'opposizione si fa con i fatti e non con lo sciacallaggio». E' quanto afferma, in una nota, Stefano Pedica del Pd.
«La prossima volta - sottolinea Pedica - prima di parlare, Salvini stia più attento. La politica è una cosa seria e perciò mi auguro che abbia il buon gusto di non usare più la tragedia del pensionato di Civitavecchia per la sua bassa propaganda».

Meloni: Anche M5S e Sel firmino mozione sfiducia contro Renzi
«Forza Italia e Lega Nord hanno accolto la proposta di Fratelli d'Italia di presentare insieme una mozione di sfiducia al presidente del Consiglio Renzi: è un'ottima notizia e un bel segnale di unità. Oggi rinnovo il mio appello a tutte le altre opposizioni presenti in Parlamento: firmate la nostra mozione. Perché mandare a casa questo Governo di servi delle lobby e delle banche deve essere la priorità di tutti, senza distinzioni». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.