15 luglio 2020
Aggiornato 06:30
il m5s guarda lontano

Grillo: «Alle Comunali 2016 ci presenteremo ovunque. E vinceremo»

Al via la raccolta della documentazione per le liste del M5S

ROMA - L'anno sta volgendo al termine e il 2016 si preannuncia ricco di appuntamenti politici importanti, a cominciare dalle Comunali. Il M5S non punta solo al Campidoglio, ma a farsi valere anche altrove. Beppe Grillo ha le idee ben chiare in proposito, e ha già dato il via alla sua campagna elettorale.

Grillo: Alle Comunali del 2016 ci candideremo ovunque
«Nel 2016 andranno al voto 1283 comuni. Il Movimento 5 Stelle cercherà di essere presente con una propria lista ovunque. Le regole per la presentazione delle liste per essere certificate sono sempre le stesse». Beppe Grillo dal suo blog da il via alla campagna per la presentazione delle liste a cinque stelle per le prossime elezioni amministrative.«Saranno scoraggiate ed eventualmente invalidate votazioni in cui siano coinvolti gli iscritti online al MoVimento 5 Stelle senza una preventiva presentazione della documentazione per la certificazione delle liste e del candidato sindaco», chiarisce Grillo.

Fassina e il M5S
Intanto, la candidatura più importante (e quella che temono maggiormente gli altri partiti rivali) è quella per il Campidoglio. E il clima a Roma è tutt'altro che sereno. Quella di Stefano Fassina che dice che la Sinistra potrebbe appoggiare M5S a Roma è «un'uscita improvvida: se abbiamo qualcuno da candidare a Roma, dobbiamo fare di tutto per arrivare al ballottaggio. Se siamo un po' Pd e un po' Grillo non andiamo da nessuna parte", ribadisce il leader di Possibile, Pippo Civati, deputato del gruppo Misto, a Rainews24, contrariato dall'ultima mossa di Fassina. La dichiarazione di Stefano Fassina, ex Pd e confondatore del nuovo gruppo di Sinistra italiana con Sel - peraltro - a proposito del possibile appoggio a un candidato M5S al ballottaggio nelle prossime elezioni amministrative, non rappresenta un fatto politico reale, a giudizio del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, esponente di spicco del Movimento 5 stelle. «Il tema lì - ha commentato, a margine di una conferenza stampa al Senato sul tema del riconoscimento legislativo al Festival Verdi - è la necessità mediatica di apparire».Si tratta, ha spiegato Pizzarotti, «di una forza politica nata da poco che si fa pubblicità a spese degli altri».Quel che è certo è che intorno al M5S si stanno muovendo diverse forze politiche, alcune per cercare di fermarne l'ascesa, altre per provare a salire su quello che potrebbe essere il carro del vincitore. (Fonte Askanews)