13 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Droga

Nascondeva cocaina nel contatore

La Polizia ha arrestato un trentenne di origini marocchine che già veniva tenuto sotto controllo per reati di spaccio

VINZAGLIO - Un altro caso di droga ai confini del vercellese. La polizia ha arrestato un giovane classe 1984, originario del Marocco e domiciliato a Vinzaglio.

La perquisizione
Gli agenti della squadra mobile di Vercelli, da diversi giorni avevano notato movimenti sospetti nell’abitazione del trentenne, che già era conosciuto dalle forze dell'ordine come spacciatore. Per questo motivo i poliziotti decidono di effettuare una perquisizione in casa. In un primo momento l’esito è parso essere negativo, ma gli operatori, non persuasi, riescono ad individuare il nascondiglio: la scatola dell’interruttore elettrico generale dell’abitazione.

I ritrovamenti e l'arresto
All'interno del nascondiglio ci sono 13,65 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio, un bilancino di precisione, 300 euro in contanti e diversi fogli con cifre e nominativi di persone.Sono scattate immediatamente per il giovane marocchino che è stato trasportato nel carcere di Novara.