9 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Parla l'esponente del Pd Stefano Pedica

Segnalare una buca on line? Non è così facile

«Per interagire occorre prima farsi schedare dal Comune Roma», spiega Stefano Pedica in una nota: «prima di poter segnalare la buca che c'è sotto casa o qualsiasi altro disservizio, ciascun cittadino deve prima fare i conti con la burocrazia e poi consegnare tutti i suoi dati personali al Comune»

ROMA (askanews) - «Segnalare una buca al Comune di Roma? Chi pensa di poterlo fare in qualsiasi momento, con un semplice click on line, si sbaglia di grosso. Prima bisogna farsi 'schedare' dal Campidoglio e poi se ne riparla». E' quanto afferma, in una nota, Stefano Pedica del Pd.

Dati al Comune
«Il sito del Comune di Roma, nella sezione on line, mette a disposizione il servizio 'Io segnalo' - sottolinea Pedica -. Una bella idea se non fosse per il fatto che, prima di poter segnalare la buca che c'è sotto casa o qualsiasi altro disservizio, ciascun cittadino deve prima fare i conti con la burocrazia e poi consegnare tutti i suoi dati personali al Comune. Per accedere ai servizi on line del Campidoglio, infatti, bisogna identificarsi con la Carta nazionale dei servizi».

Prima bisogna «farsi schedare»
«Chi non dispone di strumenti di identificazione digitale, invece, deve provvedere a consegnare una copia della carta d'identità via fax, per posta oppure recandosi agli sportelli municipali. Insomma, per interagire con il Comune bisogna prima armarsi di pazienza e poi farsi 'schedare'. E chissà se questi dati personali, serviranno al Campidoglio per avvertire i cittadini più tenaci che, dopo le loro segnalazioni, le buche finalmente non ci sono più...».