10 luglio 2020
Aggiornato 19:30
Al via la riqualifica dell'area

Marino inaugura il cantiere di via Prenestina

«Uno di quei passi avanti che la città aspetta»: così Ignazio Marino all'apertura del cantiere per la riqualificazione di via Prenestina da via di Porta Maggiore a via Palmiro Togliatti

ROMA (askanews) - Aperto questa mattina alla presenza del sindaco di Roma Ignazio Marino e dell'assessore ai Lavori pubblici Maurizio Pucci il cantiere per la riqualificazione di via Prenestina da via di Porta Maggiore a via Palmiro Togliatti. Il cantiere fa parte della memoria di Giunta approvata il 30 giugno scorso su proposta dello stesso Pucci.

Il progetto di via Prenestina
Come spiega il primo cittadino dell'Urbe, il cantiere aperto in via Prenestina rappresenterebbe «un'altra opera di ricucitura della città».Si tratta, infatti, di «Quasi 96mila metri quadri di una strada di grande viabilità, che comprendono questo segmento tra Porta Maggiore e via Tiburtina, e poi la connessione con la Prenestina bis che è fondamentale per scaricare migliaia e migliaia di automobili». Per l'inquilino del Campidoglio si tratta di «Una questione importante per la qualità della vita delle romane e dei romani».

Le tecnologie innovative alla base dei lavori
L'avvio dei lavori, ha sottolineato il sindaco, è «uno di quei passi avanti che la città aspetta e che, dopo aver riportato la legalità contabile, ci siamo impegnati a fornire nel minore tempo possibile». Sono importanti i lavori, ha aggiunto Marino, «ma anche il modo in cui vengono condotti». Tecnologie d'avanguardia, ho sottolineato, «come il controllo della temperatura cui viene poggiato l'asfalto e con un nuovo conglomerato che consente soprattutto a chi si sposta in moto una migliore frenata quando l'asfalto e bagnato e un minore inquinamento acustico».