21 maggio 2019
Aggiornato 16:30
Ciclismo | Giro 2015

Il Giro d'Italia attraversa la provincia di Vercelli

La 98a edizione del Giro d'Italia di ciclismo passerà anche attraverso il Vercellese, affrontando l'ultima tappa che deciderà il vincitore

VERCELLI - Partiranno da Torino per arrivare a Milano in una gara tutta in discesa. Si passerà dai 212 metri di altitudine della partenza fino ai 125 metri dell'arrivo. Solo più 178 km e la 98a edizione del Giro d'Italia di ciclismo sarà conclusa. Di questa ultima distanza, però, una parte attraverserà il Vercellese. Il percorso che affronteranno i campioni della bicicletta toccherà prima Crescentino, poi Lignana, Vercelli e Borgo Vercelli. In tutto una quarantina di chilometri, ma come in ogni occasione del Giro d'Italia sarà un momento di gioia per gli spettatori, sia appassionati che semplici curiosi.

PERCORSO - La tappa vercellese sarà domenica 31 maggio. Gli atleti giungeranno a Crescentino arrivando da Verolengo indicativamente verso le 13,20, percorreranno via Giotto e via Vercelli per poi immettersi sulla strada delle Grange. Circa mezz'ora dopo, attorno alle 13,50, è previsto il passaggio nel Comune di Lignana sul lungo rettilineo della strada provinciale 1. Passati vicino a Larizzate sbucheranno nei pressi del casello autostradale e dopo pochi chilometri sulla strada provinciale 455 di Pontestura entreranno a Vercelli in via Trino (alle 14,10 circa). Da qui il percorso si sviluppa in corso Amedeo Avogadro di Quaregna, piazza Medaglie D'Oro, piazza della Vittoria, piazza Sardegna, corso Tanaro, corso Bormida, via Vincenzo Viviani, corso Giacomo Matteotti, corso Novara e località Bivio Sesia per poi proseguire in direzione del Comune di Borgo Vercelli (passaggio previsto verso le 14,20).

CHIUSURA STRADE - A Crescentino le strade interessate dal Giro d'Italia saranno chiuse mezz'ora prima del passaggio dei ciclisti. A Vercelli, invece, non si potrà parcheggiare lungo il percorso già dal mattino, a partire dalle 9, mentre la circolazione sarà sospesa a fin dalle 12. Tutte le intersezioni stradali ricadenti sul percorso ciclistico saranno presidiate da personale delle forze di polizia, da agenti di polizia locale e da volontari del gruppo comunale di protezione civile. Il personale sarà a disposizione della cittadinanza per fornire informazioni su percorsi alternativi.