4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
Nuova polemica

Forza «picciotti»

L'affondo del blog di Beppe Grillo contro il partito di Berlusconi: «Forza Italia andrebbe chiuso d'autorità dopo la condanna di Dell'Utri per mafia». La replica della Savino: «Grillo ha perso consenso e testa, attacco volgare».

ROMA - «Totò diceva 'siamo uomini o caporali?'. Ma i parlamentari di Forza Italia dovrebbero domandarsi:'Siamo uomini o picciotti?'» Perchè «Forza Italia dovrebbe essere sciolto d'autorità, almeno per precauzione» alla luce della sentenza di condanna definitiva di Marcello Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa, le cui motivazioni sono state depositate dalla Cassazione lo scorso primo luglio.

IL PARTITO DEI PICCIOTTI - Il blog di Beppe Grillo, con un post dal titolo «il partito dei picciotti» che ritocca la foto dei parlamentari Pdl sulla scalinata del Tribunale di Milano dopo la condanna di Silvio Berlusconi mettendo una scopppola in testa a ciascun parlamentare, ha attaccato alzo zero Forza Italia.
«La condanna di Dell'Utri - è scritto fra l'altro - che è uno dei fondatori di Forza Italia non ha mai però messo in discussione le origini e le finalità della sua creatura. Ma un partito nato con queste premesse non dovrebbe essere sciolto d'autorità? Almeno per precauzione?».

SAVINO: GRILLO HA PERSO LA TESTA - «I volgari attacchi di Grillo contro Forza Italia sono motivati dal nervosismo dell'ex comico che ormai, dopo aver perso il consenso della base del suo movimento, sta perdendo pure la testa». Lo ha affermato Elvira Savino, deputata di Forza Italia.
«Grillo fa finta di confrontarsi con la base ma solo per ratificare decisioni già prese e nomina i 5 vice negando ai suoi le primarie. Altro che democrazia diretta, il direttorio a cinque è l'ennesimo atto d'imperio di un despota ormai al tramonto. E' un capopopolo che tenta di delegittimare le istituzioni parlando di un 'Parlamento di nominati' e poi impone i suoi più fedeli adepti alla guida del movimento. È l'ennesima contraddizione di un partito allo sbando, senza guida né linea politica. Gli elettori lo hanno capito e gli voltano le spalle».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal