5 giugno 2020
Aggiornato 08:00
L'esponente di Forza Italia rilancia il partito unico

Toti: «Rifacciamo il predellino»

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giovanni Toti lancia la nuova strategia di Forza Italia per i prossimi mesi. E non ha dubbi: "La sfida del centrodestra col centrosinistra non appare più una lotta impari come poteva sembrare un mese fa."

ROMA - In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giovanni Toti lancia la nuova strategia di Forza Italia per i prossimi mesi. E non ha dubbi: «La sfida del centrodestra col centrosinistra non appare più una lotta impari come poteva sembrare un mese fa.»

LA RINASCITA DEL CENTRODESTRA«Oggi il quadro politico sta subendo dei rapidi mutamenti, basti guardare a quanto fotografano i sondaggi: Matteo Renzi vedere incrinarsi il suo consenso perché non riesce a dare risposte concrete alla crisi, perché ha fatto troppe promesse e le sta disattendendo, perché è entrato sulla scena a rappresentare il sogno e rischia di simbolizzare l'incubo. Viceversa, dopo un periodo durissimo, il centrodestra sta riprendendo a crescere, e unito riesce a essere competitivo». E, in risposta a chi domanda se Fi intende rivolgersi all'elettorato di Alfano o a quello di Salvini, aggiunge: «Sicuramente ci rivolgiamo al Nuovo centrodestra: Berlusconi proprio sabato ha pronunciato parole importanti e generose, superando tutti a superare i fatti dolorosi che hanno portato alla rottura fra di noi. »

TORNERANNO IL PARTITO UNICO E LA LEADERSHIP DI BERLUSCONI - «Il percorso è da costruire, e non sarà né facile né breve arrivare alla meta, non mi illudo, e può darsi che servano tappe intermedie. Ma la via del partito unico è obbligata se vogliamo dare voce al grande popolo del centrodestra che vuole credere in un'alternativa», ha proseguito Toti. E il leader sarà sempre Silvio Berlusconi, perché «per esperienza, forza, leadership, non vedo da chi altri si potrebbe (ri)partire. Nessuno dei giovani leader scalpitanti di destra ha l'eredità politica e la visione del futuro che ha Berlusconi, il suo quantum di credibilità e capacità che sono essenziali per ritrovare la sintesi di un centrodestra che si è perso ma che oggi ha davanti a sé una straordinaria occasione».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal