12 aprile 2021
Aggiornato 21:00
Acquisti pericolosi

Sel: gli F35 sono un pessimo affare

Giulio Marcon, deputato di Sel, sostiene che è necessario dire definitivamente "no" all'acquisto dei cacciabombardieri, tutt'altro che sicuri, e che il 29 luglio alla Camera si voterà una mozione per cancellarli. Anche il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, assicura che "l'Italia non li comprerà."

ROMA - Il deputato di Sel, Giulio Marcon si scaglia contro l'acquisto degli F35: "Apprendiamo con favore che anche la ministra Pinotti riconosce che gli F35 funzionano male, e che potrebbero mettere a serio rischio i nostri piloti. Infatti gli Usa hanno rinunciato a presentarli nel più grande salone dedicato all'aviazione in corso in questi giorni a Farnborough. Non capiamo invece se gli F35 ci servono per la difesa del nostro Paese o, come lamentato ieri dall'Ad di Finmeccanica Moretti, per fare business e creare nuovi posti di lavoro".

"Ad oggi - ha sottolineato- quel tipo di caccia non ha portato in Italia significativi posti di lavoro in termini di numeri, mentre siamo capofila con Alenia Aermacchi, gruppo Finmeccanica, del consorzio che realizza il caccia europeo Eurofighter, e quella é la vera scommessa italiana sia dal punto di vista dello sviluppo di nostre tecnologie che per l'occupazione. Grazie alla richiesta e all'iniziativa di SeI il prossimo 29 luglio la Camera dei Deputati discuterà una nuova mozione per la cancellazione definitiva del programma F35. Quella è la sede per esprimere tutti i dubbi sull'operazione e per dire un no definitivo all'acquisto dei cacciabombardieri F35".

Alle parole di Giulio Marcon si affiancano quelle di  Roberta Pinotti, ministro della Difesa: "L'Italia non comprerà gli F35 se gli aerei non saranno più che sicuri", sostiene pubblicamente dopo gli ultimi problemi tecnici che ci sono stati per i nuovi cacciabombardieri. "Esiste un atteggiamento di grande trasparenza - ha detto la Pinotti all'Air show di Farnborough - e sappiamo che è un progetto tecnologico complesso. E' ovvio che se ci sono dei problemi devono essere risolti: noi non acquisteremo niente che non sia più che sicuro per i piloti e in grado di funzionare".