21 luglio 2019
Aggiornato 18:30
Senato

Il ddl riforme arriverà al Senato per il 3 luglio

Lo ha deciso, a maggioranza, la conferenza dei capigruppo. Contrari M5S e Sel che lamentano una «forzatura nei tempi per l'esame in commissione»

ROMA - Il ddl sulle riforme costituzionali sarà all'esame dell'Aula del Senato dal 3 luglio. Lo ha deciso, a maggioranza, la conferenza dei capigruppo. Contrari M5S e Sel che lamentano una «forzatura nei tempi per l'esame in commissione».

PD, AULA DISCUTE DOPO COMMISSIONE - «Abbiamo deciso la calendarizzazione per giovedì 3 luglio del ddl sulle riforme costituzionali - ha spiegato il capogruppo Pd Luigi Zanda - se sarà concluso in commissione, ma io ritengo che per quella data l'Aula potrà iniziare l'esame».

OPPOSIZIONI, TEMPI FORZATI - «Siamo ancora nella fase del'illustrazione degli emendamenti e si è voluto imporre di mettere il ddl sulla riforma costituzionale in aul dal 3 luglio - ha denunciato Loredana De Petris, di Sel, capogruppo del Misto - pensando così di forzare i lavori della commissione».