24 ottobre 2020
Aggiornato 20:30
Giustizia

Pignatone si congratula con la Gdf per il sequestro al Salaria Sport Village

Il procuratore capo della Capitale: «Bisogna sottolineare, ancora una volta, la eccezionale professionalità degli uomini e delle donne del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Roma che con un lavoro certosino hanno ricostruito tutte le operazioni illecite e ci hanno permesso di chiedere ed ottenere il sequestro di oggi»

ROMA - «Bisogna sottolineare, ancora una volta, la eccezionale professionalità degli uomini e delle donne del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Roma che con un lavoro certosino hanno ricostruito tutte le operazioni illecite e ci hanno permesso di chiedere ed ottenere il sequestro di oggi». Così ha detto il procuratore capo della Capitale, Giuseppe Pignatone, presentando i risultati del sequestro da oltre 200 milioni di euro eseguito oggi nell'ambito di una inchiesta sul gruppo di Diego Anemone, imprenditore coinvolto sugli affari del G8 della Maddalena e la 'cricca' dei grandi appalti. «L'impegno straordinario degli investigatori del colonnello Di Gesù - ha continuato Pignatone - ha permesso di chiarire ad esempio che la stessa formazione di una società è stata fatta con soldi frutto di appalti avuti grazie alla corruzione».