4 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Ambiente & Economia

Clini: «Green economy» strategica per la crescita

Lo scrive il ministro dell'Ambiente Corrado Clini in un messaggio inviato a Francesco Rutelli che ha presentato un sondaggio di Ipr marketing intitolato «Ambiente, inquinamento e green economy». Per il ministro bisogna «favorire le imprese della green economy italiana soprattutto attraverso la detassazione»

ROMA - «La Green Economy è già oggi una presenza strategica, dinamica e decisiva, per la crescita del nostro paese». Lo scrive il ministro dell'Ambiente Corrado Clini in un messaggio inviato a Francesco Rutelli che ha presentato un sondaggio di Ipr marketing intitolato 'Ambiente, inquinamento e green economy'. Per il ministro bisogna «favorire le imprese della green economy italiana soprattutto attraverso la detassazione».

GREEN ITALY - «La 'Green Italy' - scrive Clini - conta già oggi almeno 360.000 imprese, il 25% del totale, investe in tecnologie e sistemi 'verdi', capaci di ridurre il consumo di risorse naturali ed energetiche assicurando nello stesso tempo la crescita di valore aggiunto. Inoltre quasi il 40% dei nuovi occupati sono legati agli investimenti verdi, mentre il 35% delle imprese che investono in tecnologie e in sistemi 'green' ha una presenza significativa nei mercati internazionali contro meno del 25% dell'insieme di tutte le imprese. Questi dati devono essere considerati un riferimento per le strategie e le politiche della crescita del nostro paese».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal