16 settembre 2019
Aggiornato 02:00
Rischio scissione nella Lega Nord

Bossi a Maroni: E' la gente che sceglie il capo

Il leader del Carroccio: Errori Maroni? Pensa che il Segretario sia funzione di potere. Espulsione della Mauro per elettorato, non per la verità. La replica dell'ex Ministro dell'Interno: Bossi? C'è stato congresso, la questione è chiusa

ROMA - Un rischio di scissione nella Lega? «Ci sono sempre i rischi... speriamo di no». Così a Repubblica Tv il presidente della Lega Umberto Bossi replica a chi gli chiede del rischio di rottura nel Carroccio, anche dopo il duro botta e risposta con Roberto Maroni.
A chi gli chiede di eventuali errori nella gestione delle segreteria da parte di Maroni, Bossi risponde: «Maroni pensa che il segretario sia una funzione di potere, non è così».

La gente sceglie il capo e decide tutti i giorni - «E' la gente che decide tutti i giorni, non è deciso una volta per tutti».
«Io faccio quello che mi dice di fare la Lega, la gente. Chi guida - ha aggiunto - deve stare in equilibrio, non è una cosa una tantum». Quanto a eventuali errori commessi da Maroni, Bossi ha osservato: «Pensa che il segretario forse sia una funzione di potere, ma non è così».

Espulsione della Mauro per elettorato, non per la verità - «Quando si tratta di espulsioni in conseguenza a presupposti reati bisogna che i reati siano dimostrati, lì non era dimostrato niente».
Quell'espulsione - ha aggiunto il senatur - è stato «un tentativo di dare una risposta che servisse all'elettorato più che alla verità. Vedremo, il tempo dirà come stanno le cose».

Maroni: Bossi? C'è stato congresso, la questione è chiusa - «Non ho niente da dire, c'è stato un congresso che ha preso delle decisioni. La questione per me è chiusa». Lo ha detto Roberto Maroni rispondendo ai giornalisti che al Senato gli hanno chiesto un commento sulle parole di Umberto Bossi che oggi ha ribadito di essere lui il capo della Lega e ha definito gli altri «cani piccoli».